Puzzle e Costruzioni, i giochi che stimolano lo sviluppo del linguaggio

Stampa/PDF
Preferire le costruzioni, puzzle, lego e i vecchi giochi di assemblaggio alle moderne tecnologie non è una pratica da considerare antica e fuori moda ma un metodo scientificamente provato per la stimolazione e lo sviluppo del linguaggio nei bambini.
Lo dice una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Jama Pediatrics attraverso la quale si è trovato il legame fra i giochi utilizzati e lo sviluppo del linguaggio. I test sono stati condotti dalla dottoressa Anna V. Sosa e l’accreditato team del Department of Communication Sciences and Disorders della Nothern Arizona University. Sono stati analizzati 26 gruppi di genitori con figli di età compresa fra i 10 e i 16 mesi. A questi bambini sono state somministrate tre tipologie di giochi: elettronici, tradizionali quali puzzle e costruzioni di vario genere e dei libri. Lo studio aveva l’obbiettivo di comprendere quali di questi giochi stimolasse la conversazione fra genitori e figli nonché la vocalizzazione di questi ultimi durante il periodo testato di circa un anno e mezzo dal Febbraio 2013 al Giugno 2014.

I risultati hanno dimostrato come i giochi di tipo tradizionale e i libri riuscissero a stimolare maggiormente il linguaggio dei bambini a dispetto dei giochi elettronici. Questo, non tanto per la tipologia di attività svolta durante il gioco stesso, ma nell’interazione che si instaura fra genitori e figli durante l’attività. E’ evidente che per portare a termine un puzzle o per costruire un castello con dei lego c’è bisogno di più collaborazione, questo sia da parte del bambino che, a modo proprio cercherà di carpire istruzioni dal genitore, sia da parte dell’adulto che inevitabilmente comunicherà di più col bambino a dispetto del gioco elettronico che, comporta un minore scambio fra i due. Questa cosa è stata verificata anche fra gli adulti, i device elettronici, ovviamente, portano a comunicare di meno quindi una minore conversazione, minore uso di parole specifiche che potrebbero essere utilizzate di fronte a un puzzle e conseguentemente minore possibilità di apprendimento e sviluppo del linguaggio per il bambino, poiché se un genitore parla poco, il bambino vocalizzerà poco.

E’ consigliabile, dunque, per fare in modo che il piccolo venga stimolato alla parola, utilizzare tecniche di interazione più tradizionali rispetto a quelle conosciute e di moda. Molte volte per i genitori il fatto che i propri figli sappiano utilizzare uno smartphone o un tablet anche in tenera età rappresenta motivo di vanto a discapito dell’apprendimento stesso del piccolo e il successivo sviluppo sociale. 
Stampa/PDF
Puzzle e Costruzioni, i giochi che stimolano lo sviluppo del linguaggio