Quanti disagi dai piccioni nelle città

Stampa/PDF
Chi non ricorda la scena finale del film di Totò truffa 62 in cui uno sprovveduto Pietro De Vico conta i piccioni in piazza San Marco a Venezia? L'immagine di questi volatili che si nutrono del granoturco lanciato dai turisti è ancora fissa nell'immaginario collettivo eppure non sono pochi i disagi che arrecano agli uomini. I piccioni nelle città sporcano marciapiedi, strade e monumenti nidificando prolifici. La loro presenza rappresenta un serio rischio la salute. Inoltre, sono responsabili di danni alle produzioni agricole e, volando ad alta quota, sono spesso protagonisti di episodi di birdstrike e di disturbo del traffico aereo.

In pratica i piccioni sono infestanti in quanto vettori di sporcizia, ma anche come fonte di rumore, soprattutto in prossimità di abitazioni e condomini dove, tra un davanzale e un balcone, ostacolano la quiete e il benessere di molti cittadini.

Rentokil, leader mondiale in servizi di disinfestazione e derattizzazione, ha commissionato una ricerca a Doxa con l’intento di indagare il sentimento degli italiani nei confronti di alcuni animali infestanti, inclusi i piccioni. Dall’indagine emerge che il 40% degli italiani si è detto davvero infastidito dalla presenza di questi volatili, in particolare nell’area del Nord Ovest, dove i piccioni sono causa di disturbo per il 45% degli abitanti di Piemonte, Liguria, Lombardia e Valle D’Aosta (a fronte del 38% degli abitanti di Sud e isole).

“Il problema delle infestazioni di volatili è in crescita in Italia, basti pensare che nei primi 5 mesi del 2019 le chiamate a Rentokil da parte di aziende e privati sono aumentate del 57% rispetto allo stesso periodo del 2018. Questo anche perché, come si evince dalla ricerca Doxa commissionata da Rentokil, il 50% degli italiani associa i piccioni al rischio di trasmissioni di malattie o infezioni” – commenta Ester Papa, Technical Manager di Rentokil Italia. “Infatti, i piccioni e i volatili in generale sono spesso portatori di pulci, acari, zecche e pidocchi che possono trasmettere all’uomo malattie quali la salmonella, l’ornitosi e l’Escherichia Coli. Bisogna intervenire adottando metodi efficaci di allontanamento di volatili per proteggere le aziende e o le abitazioni private, soprattutto i condomini, dai rischi associati alle infestazioni di volatili”.

Un trend confermato anche dai dati dell’Osservatorio Rentokil che ha analizzato le ricerche effettuate sul sito Rentokil.it dove, nel periodo da gennaio a maggio 2019, il 25% degli utenti ha cercato informazioni sui piccioni e sui metodi per liberarsi da questi infestanti. Il dato cresce proprio se si prendono in considerazione le sole ricerche dalle regioni del Nord Ovest (29%), al contrario delle ricerche dal Sud Italia e dalle isole (20%).

Stampa/PDF
Quanti disagi dai piccioni nelle città