Reattore nucleare belga spento dopo un allarme

Stampa/PDF
A Doel in Belgio un reattore nucleare si é bloccato automaticamente.Secondo quanto dichiarato dalle autorità belghe non é stata rilevata alcuna perdita di radiazioni e non si é proceduto a nessuna evacuazione.

Nel corso della tarda serata di Sabato 2 gennaio 2016 alle ore 18,00 il reattore nucleare 1 della centrale nucleare di Doel in Belgio si è arrestato automaticamente. La centrale nucleare di Doel è una centrale elettronucleare situata presso la città di Doel, nella regione delle Fiandre, in Belgio. L'impianto è composto da 4 reattori PWR da 2.910 MW di potenza netta complessiva. Il reattore 1 è stato riavviato il 30 dicembre dopo l'incidente di Sabato 31 Ottobre 2015 ed è stato accoppiato alla rete. Il reattore è stato arrestato a febbraio 2015. Nel frattempo, il reattore 2 è stato riavviato alla vigilia di Natale. Come il reattore 3 di Doel, esso è stato arrestato la notte del 24-25 dicembre a causa della perdita di acqua che si è verificato in un generatore della parte non nucleare della pianta, quattro giorni dopo il suo riavvio.

La centrale si trova nella zona più densamente popolata in Europa tra le aree entro i 75 chilometri di diametro da uno di questi reattori, per questo motivo c’è stato qualche attimo di apprensione tra i cittadini. Un allarme nelle procedure di sicurezza è scattato nell'edificio che ospita il reattore mentre la situazione è sotto controllo, (il reattore) si è interrotto e sono state approntate tutte le procedure e misure di emergenza. Il sistema di sicurezza dell'impianto ha funzionato a dovere. Il Reattore si è automaticamente interrotto ed è completamente sotto controllo.

Soprattutto non è stato rilevato alcun incremento di radioattività nei dintorni. In questo stabilimento nucleare lavorano circa 800 persone, e dei 4 reattori il numero 1 è stato costruito tra il 1969 ed il 1974. Il portavoce della società energetica belga Electrabel che gestisce l’impianto nucleare in questione, spera di ripristinare questo reattore il 6 gennaio.

Stampa/PDF
Reattore nucleare belga spento dopo un allarme