Teatro Sannazaro - Il teatro di Napoli

Renzo Piano: le sue opere, la sua arte

Stampa/PDF

Architetto di fama mondiale, senatore a vita della Repubblica Italiana, Renzo Piano è stato inserito nell'elenco delle 100 personalità più influenti del mondo tanto da meritarsi l'appellativo di archistar. Dal Centro Pompidou di Parigi, al California Academy of Science di San Francisco, le opere di Renzo Piano sono considerate un concentrato di innovazione e sperimentazione.

A coronare una carriera già densa di successi e riconoscimenti, un nuovo impegno accosta, in questi mesi, il nome di Renzo Piano al ponte di Genova. L'obiettivo nella ricostruzione del ponte di Genova, il cui crollo ha provocato 43 morti, sarà la realizzazione di una struttura agile e intelligente perfettamente inserita nel contesto urbano. Un nuovo modello di architettura che farà scuola nel futuro.

una delle opere di renzo piano per Genova

Una carriera all'insegna della sperimentazione
Nato a Genova nel 1937, Renzo Piano si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano. Svolge i primi anni di professione al fianco di grandi nomi e all'estero. Nel 1968 realizza un padiglione per la XVI triennale di Milano e l'anno seguente un secondo per l'Esposizione universale di Osaka che si tenne nel 1970. Tra le opere di Renzo Piano che più hanno diviso l'opinione pubblica c'è il Centre Pompidou di Parigi che realizza insieme a Richard Rogers e Gianfranco Franchini.

La famosa Beaubourg, nata per riqualificare il territorio, è un polo di arte contemporanea creato su un progetto coraggioso con materiali inusuali. Nel 1981 l'architetto genovese fonda il Renzo Piano Building Workshop, con uffici a Genova, Parigi e New York. Un centro dove approfondire la ricerca dei materiali, un suo pallino da sempre. A lui, infatti, si deve la costruzione di diversi edifici ecosostenibili. Nel 2007, presso la Triennale di Milano, è stata allestita una mostra sui suoi quarant'anni di carriera intitolata Renzo Piano Building Workshop – Le città visibili. Nonostante viva a Parigi, il legame con la sua città natale è molto forte e dopo la tragedia del 14 agosto 2018 un nuovo capitolo si è aperto nella vita professionale di Renzo Piano ed è il ponte di Genova.

Il progetto di Renzo Piano per il ponte di Genova
Il nuovo ponte di Genova, che sostituirà, il ponte Morandi, crollato il 14 agosto 2018, sarà realizzato su progetto architettonico di Renzo Piano.

una delle prossime opere di renzo piano sarà il ponte di genova

Come espressamente dichiarato dall'archistar, sarà un ponte dalle linee sobrie, da completare in tempi brevi e da manutenere con una certa facilità. Il viadotto avrà una struttura mista in acciaio e calcestruzzo con sezione tonda a ricordare lo scafo di una nave. La larghezza sarà di 30 metri, contro i 18 del ponte Morandi, e saranno previste, oltre alle corsie di marcia, anche due corsie di emergenza e due camminamenti per le operazioni di controllo e di ispezionamento.

Una barriera protettiva in vetro antivento e anticaduta si allungherà sui due lati, mentre i pannelli solari collocati sul bordo consentiranno la produzione di energia. Lo reggeranno 18 pile in cemento armato a sezione ellittica poste a 50 metri l'una dall'altra. L'intera struttura sarà realizzata in modo da assicurare una funzione antisismica. Anche se la vera novità del ponte sarà il sistema di sensori che monitoreranno il comportamento dei diversi componenti e nell'uso dei robot per la manutenzione e la pulizia.

Il progetto prevede anche la realizzazione di un sistema di illuminazione fatto da 43 vele di luce, per ricordare le vittime del crollo. Dettaglio che, pur facendo da memoriale, forse non sarà realizzato per motivi strettamente tecnici.

Insomma un'altra delle opere di Renzo Piano destinate a far parlare di sé sta per essere realizzata.

Stampa/PDF
Renzo Piano: le sue opere, la sua arte