RIFIUTI E TUTELA AMBIENTALE

Stampa/PDF
Non è mai troppo tardi per mettere in atto azioni che siano poste a tutela di quell'ambiente così vituperato e violentato dalla mano dell'uomo. 

Ecco che risulta fondamentale quanto accaduto a Napoli in  queste ore: grazie alle segnalazioni dei residenti di Agnano, gli agenti della Polizia Municipale hanno individuato un capannone all’interno del quale erano stipati 50 metri cubi di rifiuti speciali combusti provenienti dalla demolizione di un ex cantiere navale. 

Immediatamente allertata la Polizia Ambientale, l’intera area, di circa duemila metri quadrati, è stata sottoposta a sequestro e sigillata, mentre i rifiuti sono stati sequestrati per essere smaltiti, così come previsto dalla normativa vigente, mediante una ditta specializzata a spese dei trasgressori.

Un caso lampante che certifica che l'unica metodologia che paga davvero è la collaborazione fra cittadini ed istituzioni per la tutela di quella città che vede tutti affianco l'uno all'altro e della tutela della quale tutti dobbiamo rispondere. 

Quando si sa e quando si assiste ad episodi del genere, anche in scala più ridotta, non c'è da indugiare a mettere in moto la macchina istituzionale per la salvaguardia del territorio: chi inquina il territorio distrugge un pezzetto di ognuno di noi.
Stampa/PDF
RIFIUTI E TUTELA AMBIENTALE