• Magazine
  • Esteri
  • Save the Children e le mancanze nella educazione dello Yemen

Save the Children e le mancanze nella educazione dello Yemen

Stampa/PDF

In Yemen è in corso una delle peggiori crisi degli ultimi anni. Sono urgenti gli aiuti umanitari, interventi di protezione e la crisi economica non fa che aumentare i bisogni della popolazione. I bambini sono al centro di questa tempesta e più passa il tempo, più le loro prospettive di vita diminuiscono.

Ogni giorno i bambini vanno a dormire affamati e assetati, spesso sono costretti a lasciare le loro case ormai insicure. Forzati a fuggire, i bambini, non solo perdono l’opportunità di crescere e andare a scuola ma rischiano l’abuso, lo sfruttamento e persino la vita.

Senza un intervento tempestivo la situazione rischia di peggiorare sempre di più.

Inoltre nuove minacce mettono a rischio la vita dei più piccoli, come l’epidemia di colera e difterite emerse a causa del collasso del sistema sanitario e per le cattive condizioni igieniche.

La tutela delle infrastrutture, in particolare degli ospedali, e l’abolizione delle restrizioni sull’importazione dei medicinali da parte delle agenzie umanitarie, devono essere garantite al fine di prevenire ulteriori morti.

Sono circa 4.1 milioni i bambini che non accesso all’educazione e due terzi degli insegnanti non ricevono lo stipendio da più di un anno.

Molte scuole sono chiuse per ragioni di sicurezza, occupate da famiglie sfollate o utilizzate dai gruppi armati.

Stampa/PDF
Save the Children e le mancanze nella educazione dello Yemen