Sfondi, scorci, vedute, paesaggi dipinti, paesaggi narrati

Stampa/PDF

Si è svolta nella Galleria Nazionale di Cosenza la prima edizione della “Giornata del Paesaggio”, istituita dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo al fine di  trasmettere alle nuove generazione la memoria storica dei luoghi e la consapevolezza del valore identitario del paesaggio.                          

Con la guida dei Servizi Educativi del museo, gli studenti del Liceo Classico – Liceo Classico Europeo “Bernardino Telesio” e del Liceo Scientifico Statale “Enrico Fermi” di Cosenza – in questi mesi a Palazzo Arnone per svolgere un periodo di “alternanza scuola-lavoro” - hanno presentato per l’occasione un itinerario tematico nelle collezioni del museo e proposto, attraverso la lettura di brani di scrittori di ieri e di oggi, immagini eloquenti del paesaggio calabrese nel suo mutare nel tempo. Accompagnate dal sottofondo musicale di due chitarre a sottolinearne i passaggi, le pagine di Henry Swinburne, Alexandre Dumas, George Gissing, Norman Douglas, Cesare Pavese, Mauro Francesco Minervino hanno dato voce a un territorio di antica bellezza, tormentato e bisognoso di riguardo.

Gli studenti hanno particolarmente apprezzato l'opportunità di mettere a frutto l’esperienza di “alternanza scuola-lavoro” per condividere con altri coetanei i principi ispiratori della giornata celebrativa raccontando il paesaggio con i linguaggi dell’arte.

Hanno espresso soddisfazione per la felice riuscita dell’iniziativa Angela Acordon, direttore del Polo Museale della Calabria e Francarosa Negroni, responsabile dei Servizi Educativi della Galleria Nazionale di Cosenza, guidata da Nella Mari.

Stampa/PDF
Sfondi, scorci, vedute, paesaggi dipinti, paesaggi narrati