Sicurezza stradale: nuove norme per le aziende automobilistiche

Stampa/PDF

L'UE introduce un nuovo regolamento che impone standard di sicurezza avanzati per i produttori di automobili nel tentativo di ridurre significativamente il numero di vittime e feriti della strada. Gli ambasciatori degli Stati membri riuniti nel Comitato dei rappresentanti permanenti del Consiglio hanno approvato oggi l'accordo provvisorio raggiunto tra la presidenza rumena e il Parlamento europeo su un progetto di regolamento relativo alla sicurezza generale dei veicoli a motore e alla protezione degli occupanti dei veicoli e degli utenti vulnerabili della strada.

La tecnologia al servizio della sicurezza stradale
"Questo nuovo regolamento contribuirà all'obiettivo di ridurre significativamente il numero di vittime e lesioni gravi sulle strade dell'UE attraverso le misure per la protezione degli occupanti dei veicoli e degli utenti della strada vulnerabili. A partire dal 2022, nuove tecnologie e sistemi diventeranno obbligatori per i nuovi veicoli di diversi tipi. Il nuovo regolamento offrirà inoltre alle case automobilistiche dell'UE l'opportunità di consolidare la propria leadership sui sistemi di sicurezza dei veicoli innovativi." ha dichiarato Niculae Bădălău, ministro rumeno dell'economia.

Il regolamento aggiorna le norme esistenti sulla sicurezza delle auto contenute nel Regolamento di sicurezza generale (CE) 661/2009, nel Regolamento sulla sicurezza dei pedoni (CE) 78/2009 e nel Regolamento sulla sicurezza dell'idrogeno (EC) 79/2009.

Dieci anni dopo l'adozione del regolamento generale sulla sicurezza, il nuovo regolamento fornirà un rinnovato impulso all'azione dell'UE in materia di sicurezza stradale e contribuirà al raggiungimento dell'obiettivo di zero incidenti mortali e gravi lesioni entro il 2050. Per la prima volta, affronta il problema preoccupazioni specifiche degli utenti della strada vulnerabili, in particolare pedoni e ciclisti.

Sicurezza stradale: a quali standard si dovranno attenere le case automobilistiche
Secondo le nuove regole, tutti i veicoli a motore (compresi autocarri, autobus, furgoni e veicoli sportivi) dovranno essere equipaggiati con le seguenti caratteristiche di sicurezza:

  • assistenza intelligente alla velocità,
  • facilitazione dell'installazione di alcol interlock,
  • sonnolenza del guidatore e sistemi di allarme attenzione,
  • sistemi avanzati di allarme di distrazione del guidatore,
  • segnali di arresto di emergenza,
  • sistemi di rilevamento inverso,
  • registratori di dati di eventi,
  • monitoraggio accurato della pressione dei pneumatici,

Saranno necessarie misure di sicurezza avanzate supplementari per auto e furgoni . Questi includono :

  • sistemi avanzati di frenata d'emergenza,
  • sistemi di mantenimento della corsia di emergenza,
  • zone di protezione dagli urti della testa allargate in grado di mitigare le lesioni in caso di collisione con utenti della strada vulnerabili, come pedoni e ciclisti.

Oltre ai requisiti generali e ai sistemi esistenti (come avviso di partenza corsia e frenata di emergenza avanzata), i camion e gli autobus devono essere dotati di sistemi avanzati in grado di rilevare pedoni e ciclisti situati nelle immediate vicinanze e ridurre significativamente i punti ciechi attorno al veicolo .

Inoltre, il regolamento consente alla Commissione di adottare norme specifiche per la sicurezza dei veicoli a idrogeno e dei veicoli automatizzati.

Più in generale, il regolamento consente alla Commissione di aggiornare le suddette specifiche tecniche per tener conto dei futuri sviluppi tecnici.


Stampa/PDF
Sicurezza stradale: nuove norme per le aziende automobilistiche