Spatium Pinot Blanc

Stampa/PDF

Oltre 80 produttori, di cui circa la metà proveniente dall’estero, più di 100 giornalisti nazionali ed internazionali ed esperti del settore vitivinicolo e circa 400 visitatori hanno decretato, nel 2014, il successo della prima edizione di “Spatium Pinot Blanc”. Produttori, giornalisti, esperti e appassionati di vino hanno avuto la possibilità di degustare oltre 120 vini e sono rimasti positivamente colpiti, da un lato per l’estrema versatilità della varietà Pinot Bianco, dall’altro per la grande risonanza che la manifestazione ha avuto alla sua prima edizione.

Ora, a due anni di distanza, viene scritto il secondo capitolo di “Spatium Pinot Blanc”. Oltre 90 i produttori che hanno già confermato la loro presenza, di cui metà provenienti dall’Italia e metà dal resto d’Europa (Germania, Austria, Svizzera e Francia). “Dal 4 al 6 agosto vogliamo offrire nuovamente al Pinot Bianco un palcoscenico internazionale per conoscere a fondo questa varietà e comprendere meglio le sue potenzialità, origini e peculiarità”, ha evidenziato Peter Brigl di Vineum Appiano. “Tre giorni interamente dedicati al Pinot Bianco con un ricco programma che spazia da approfondimenti scientifici e presentazioni da parte di esperti in merito, per esempio, alla coltivazione e vinificazione di questa varietà, per passare a degustazioni di Pinot Bianco da tutta Europa e alla ricerca dei migliori gusti e sapori per accompagnare questo vino”.

In particolare, la manifestazione prende il via con una serata in collaborazione con i Vinum Hotels Alto Adige alla scoperta del Pinot Bianco e i suoi abbinamenti culinari. E' prevista, invece, la giornata dedicata agli esperti del settore con presentazioni da parte di specialisti che esporranno le più recenti novità e risultati scientifici in merito al Pinot Bianco. Tra questi: Pascal Wegmann-Herr (“I sistemi enologici per la produzione del Pinot Bianco”), Konrad Pixner (“L’influenza dei sistemi di pressatura sui parametri analitici ed organolettici”) e Dieter Hoffmann (“Il mercato del Pinot Bianco”).

Tra le novità di questa edizione: la presentazione dei risultati di una ricerca di mercato, realizzata dall’Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano in collaborazione con l’agenzia pr daviso. L’indagine fotografa lo Status Quo e il potenziale di sviluppo del Pinot Bianco e rivela dati ed informazioni in merito alla produzione e commercializzazione del Pinot Bianco secondo i principali player di mercato in Europa. Seguirà un’interessante tavola rotonda dal titolo “Pinot Bianco, No Limits?”, in cui diversi rappresentanti del panorama vitivinicolo locale, nazionale ed internazionale discuteranno in merito al tema del Pinot Bianco. Nel pomeriggio è prevista un’escursione in un’area di produzione del Pinot Bianco con un’analisi del profilo del terreno e la presentazione del Baden come area vitivinicola ospite della manifestazione. La giornata di venerdì si conclude con la degustazione di Pinot Bianco provenienti da tutta Europa e Masterclass, degustazioni alla cieca guidate da esperti.

La manifestazione “Spatium Pinot Blanc” è organizzata dall'associazione Vineum Appiano in collaborazione con l’Associazione Turistica Appiano e il Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg, con il sostegno delle Casse Raiffeisen dell’Alto Adige, del Comune di Appiano, della Provincia Autonoma di Bolzano, della Camera di Commercio di Bolzano, di Vini Alto Adige e della Comunità Comprensoriale Oltradige - Bassa Atesina.

Stampa/PDF
Spatium Pinot Blanc