Strade in Arte

Stampa/PDF

L’Amministrazione Comunale di Vessalico, in collaborazione con l’Associazione culturale ApertaMente presenta il progetto “Strade in Arte” che nasce con l'intento di promuovere la diffusione della cultura del rispetto verso le donne contrastando gli stereotipi di genere che sono alla base di una visione errata del ruolo di donne e uomini nella società.

La rassegna che prende il via venerdì 28 settembre vedrà impegnati nel comune ligure - già noto per la coltivazione di un particolare varietà di aglio - street artisti provenienti da tutta Italia che creeranno murales in specifiche aree individuate lungo le strade del centro, lavorando all’unisono sui temi della violenza sulle donne e della valorizzazione delle donne che hanno lasciato un segno nella cultura, nelle arti, nella scienza.

Così Paola Giliberti, Sindaco di VessalicoL’impiego dell’arte di strada per veicolare un messaggio di alto valore sociale e culturale che rappresenti il sentimento comune di rispetto e valorizzazione della figura femminile nella sfera sociale del Paese, deve essere intesa come “buona prassi” nell’ambito delle politiche di genere e di promozione delle pari opportunità, dei talenti e del potere delle donne nella storia dell'umanità.

Strade in Arte” sarà anche occasione di rivalutazione e preservazione del patrimonio architettonico, monumentale e storico-artistico del borgo di Vessalico tramite una forma d’arte prettamente contemporanea. L'iniziativa da spazio alla creatività della street art valorizzando il murales o graffito "autorizzato" come forma comunicativa specialmente delle giovani generazioni e per educare al rispetto della proprietà altrui, alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio storico-artistico-monumentale cittadino.

E’ un omaggio fatto al paese - continua Paola Giliberti - ma idealmente a tutto il territorio provinciale, perché pensiamo che fare prevenzione e dunque parlare alle nuove generazioni sia necessario e utile, un’occasione per costituire e consolidare una rete territoriale antiviolenza che coinvolga ed interfacci associazioni, professionisti ed istituzioni e che speriamo possa operare anche oltre questa specifica iniziativa progettuale per indirizzare al meglio le donne verso gli sportelli di aiuto esistenti sul territorio.

Il pubblico a cui l’iniziativa si rivolge, prendendo vita lungo le strade cittadine, è dunque quello dell’intera comunità; ma soprattutto particolare attenzione è stata posta verso le sue fasce più giovani. E’ necessario infatti volgere lo sguardo alle nuove generazioni cercando di veicolare il messaggio attraverso una forma comunicativa dinamica, attraente e coinvolgente per riuscire a costruire una società senza violenze in cui uomini e donne godono di pari dignità e opportunità,

La manifestazione si concluderà nella giornata di domenica 30 settembre che prevede, oltre alla cerimonia ufficiale di inaugurazione delle opere, che rimarranno in permanenza nelle strade del paese, anche uno spazio performativo dedicato al tema della violenza di genere in cui saranno coinvolti gruppi musicali, attori, artisti e fotografi.

Stampa/PDF
Strade in Arte