Teatro Sannazaro - Il teatro di Napoli

Tappo di cerume: le cause e i rimedi per rimuoverlo

Stampa/PDF

Che cos'è il tappo di cerume?

Il tappo di cerume è una fastidiosa ostruzione del cavo uditivo causata dall'accumulo eccessivo di cerume. Il tappo si forma quando, per igiene non corretta o per condizioni patologiche, il cerume non riesce a scorrere verso l'esterno del padiglione auricolare e pertanto si accumula.

Va chiarito che non è il cerume di per sé a creare problemi ma una sua sovrabbondanza, il cerume infatti è un elemento prezioso per l'igiene del condotto uditivo e svolge anche una funzione protettiva, emolliente e battericida.

Si tratta di una sostanza piuttosto oleosa che viene prodotta da ghiandole specifiche nel canale auditivo.

Prima di capire come togliere il tappo di cerume dalle orecchie è importante fare accenno alle cause che lo provocano e ai sintomi che ci possono aiutare a riconoscerlo.

Le cause della formazione del tappo di cerume:

spesso si crede che il cerume si formi a causa di raffreddori o infiammazioni, in realtà non è sempre così, le cause sono altre.

La sua formazione infatti dipende soprattutto dal tipo di pelle della persona, se si ha la pelle grassa o ad esempio si soffre di dermatite seborroica, si può essere più predisposti al tappo di cerume.

Può però succedere che anche a persone con pelle molto secca o con disturbi come la psoriasi si presenti questo fastidioso inconveniente.

L'età può essere un altro fattore, il tappo di cerume è più comune nei bambini in quanto le ghiandole ceruminose dei bambini, specie i neonati, sembrano essere iperattive, per questo è importante fare molta attenzione all'igiene dei neonati.

Un'altra causa è la scarsa o erronea igiene orale: spesso infatti si tende ad "esagerare" con la pulizia delle orecchie, specie spingendo verso l'interno i cotton fioc, spesso con il risultato di creare il tappo cerume, piuttosto che di eliminarlo. Spingere il cotton fioc nell'orecchio fa sì che il cerume si compatti e si blocchi nella parte interna del cavo uditivo.

Come ci si può accorgere di avere un accumulo eccessivo di cerume?

Ci sono diversi sintomi che possono aiutarci a capire che nei nostri condotti uditivi sono ostruiti da una quantità eccessiva di cerume e che possono aiutarci a correre subito ai ripari:

il sintomo più comune è la sensazione di avere le "orecchie tappate" o di sentirsi la testa ovattata, di solito unita alla percezione di un calo dell'udito più o meno importante e rimbombo in testa della propria voce.

A questi sintomi si può unire anche la sensazione di sentire un sibilo o dei ronzii.

Nei casi più seri si può anche provare prurito in fondo alle orecchie o dolore, nel caso in cui si provi dolore è probabile che sia presente anche un'infezione che interessa l'orecchio.

È molto frequente che questi sintomi compaiano dopo la doccia o le immersioni subacquee, per via delle gocce di acqua che entrano nelle orecchie e aumentano la massa del cerume.

Cosa si deve fare per eliminare il tappo di cerume?

Prima di improvvisare rimedi casalinghi poco sicuri è sempre una buona idea consultare il proprio medico di fiducia. Ma se si vuole provare a risolvere il problema in sicurezza, ecco alcuni consigli.

Uno dei metodi più semplici consiste nel procurarsi in farmacia dell'olio per bambini, o meglio ancora, dei preparati ceruminolitici. Sono farmaci sono forma di gocce per i quali non è necessaria la ricetta del medico. Sono sufficienti poche gocce da versare nell'orecchio per non più di due o tre giorni, con l'aiuto di un'altra persona. Queste gocce hanno delle sostanze emollienti, come il dimetilbenzene, che servono a far ammorbidire il cerume. Una volta versate le gocce basta farle agire per una quindicina di minuti, per finire occorre sciacquare con acqua tiepida. Per farlo serve una siringa di grosse dimensioni (anche questa si trova in farmacia) con le quali fare le irrigazioni, ricordando di tenere un asciugamano sulla spalla e reclinando il capo di lato. Il getto d'acqua deve essere delicato e deciso al tempo stesso.

Se avrà funzionato, sull'asciugamano si noterà che l'acqua tolta dalle orecchie conterrà qualche residuo di cerume.

L'operazione può anche essere ripetuta se si ha la sensazione che il tappo non sia stato eliminato del tutto.

Se il tappo è duro, non si ammorbidisce sembra non voler proprio andare via è meglio rivolgersi al medico che procederà con un esame otoscopico che rende visibile il tappo di cerume. L'esame viene fatto per comprendere l'entità del tappo così da poter procedere nella maniera più adeguata.

Nel caso di intervento da parte del medico l'asportazione avviene tramite un aspiratore e uno specillo sotto guida microscopica.

Una volta risolto il problema, per evitare che si formi di nuovo è necessario adottare una corretta igiene quotidiana; ciò significa sciacquare bene le orecchie durante la doccia per poi asciugarle con cura, meglio utilizzando il flusso d'aria calda del phon e evitando invece l'uso continuativo dei bastoncini di cotone o di spingere carta igienica nell'orecchio.

Stampa/PDF
Tappo di cerume: le cause e i rimedi per rimuoverlo