Teatro in Vigna 2017

Stampa/PDF
Per la terza estate consecutiva le tavole del palcoscenico del Teatro in Vigna torneranno a vibrare, calpestate da artisti di grande talento.

Ritorna il progetto teatrale promosso da Planeta a Passopisciaro, sul versante nord dell'Etna: Sciaranuova Festival, che ancora una volta propone un cartellone all'insegna del teatro d'autore e della ricerca senza concessioni.

La grande novità di questa terza edizione è la produzione diretta di una delle quattro pièce in programma.
 
- Venerdì 28 luglio, L’esordio sarà infatti uno spettacolo in prima nazionale, prodotto dal Festival ed ideato proprio per il Teatro in Vigna: “Tre-Pi - le fiabe atroci di Palermo”, dalla fiabe di Giuseppe Pitrè, scritto e diretto da Paola Pace e da lei interpretato con Maria Teresa de Sanctis e la piccola Sara Savona, le scene di Fabrizio Lupo e Alessia D’Amico, le musiche di Marcello Savona.
 
- Tra i due fine settimana del Festival, Sciaranuova ospiterà per un progetto di formazione anche la scuola Teatroimpulso, che il 2 agosto terrà un workshop gratuito sull’improvvisazione e porterà in scena uno spettacolo.
 
· Andrà poi in scena uno spettacolo fortunato e pluripremiato, che vide la luce per la prima volta nel 1994: “Nunzio”, di Scimone e Sframeli, con la regia di Carlo Cecchi. Spiro Scimone e Francesco Sframeli, il geniale duo poetico messinese, di casa nei teatri di mezza Europa, ripropone per Planeta questo capolavoro, soprattutto abeneficio dei giovani e di chi negli anni '90 non frequentava ancora il teatro d'autore.
 
- Il festival chiuderà in bellezza con il lavoro di un drammaturgo intrigante, che sta ricevendo molti consensi sulla scena contemporanea, una voce fuori dal coro: sarà la volta di “Mari”, scritto e diretto da Tino Caspanello, in scena insieme a Cinzia Muscolino. 
Stampa/PDF
Teatro in Vigna 2017