TEDxBologna tra ologrammi, sonde e hacker

Stampa/PDF

Ritorna al Teatro Comunale l’appuntamento con TEDxBologna. L’evento annuale, nato 7 anni fa da un'iniziativa di Andrea Pauri, ha lo scopo di Diffondere le Idee di Valore che meritano di essere condivise e si conferma uno degli appuntamenti più attesi per Bologna, con i biglietti andati sold out già un mese prima dell’evento, pochi giorni dopo l’annuncio del programma.

TEDxBologna 2017 vedrà alternarsi sul palco 10 speaker che racconteranno le proprie idee che possono trasformare il nostro presente e il futuro in qualcosa di “Inimmaginabile”: storie e visioni di uomini e donne che credono nelle grandi sfide che possono cambiare in maniera radicale il nostro domani.

Tantissimi i temi trattati in questa nuova edizione, e tutti di grande impatto, come sottolinea Andrea Pauri, curatore dell’evento: “Abbiamo selezionato 10 speaker molto differenti fra  loro, ma accomunati da una grande visione del futuro, basata sulla fiducia e la reciprocità. Parlo di persone straordinarie, come Germana Lavagna, co-fondatrice di Refugees Welcome Italia, un progetto splendido che mette in contatto persone che vogliono ospitare rifugiati nelle proprie abitazioni, ridefinendo così il concetto di accoglienza e solidarietà. Avremo, inoltre, l’onore di incontrare Casey Fenton, fondatore del popolare sito “Couchsurfing” che ci parlerà dell’enorme potenzialità del “business della fiducia” e dei progetti sociali, che utilizzano le nuove tecnologie”.

Ma le novità non sembrano essere finite, infatti, tra gli ospiti troveremo anche Andrea Accomazzo, ingegnere capo delle Missioni Interplanetarie dell’ESA e direttore di volo della missione “Rosetta”, che ha portato, per la prima volta, una sonda alla scoperta della cometa Churyumov-Gerasimenko e l'artista delle sculture trasparenti Andrea Tresoldi, riconosciuto dalla rivista Forbes come uno tra gli artisti under 30 più influenti al mondo. Una delle più grandi sorprese di questa edizione viene da Microsoft, colosso mondiale dell’informatica, che ha scelto proprio il palco di TEDxBologna per presentare in anteprima in Italia, il suo “Spectator Wiew”: un modo rivoluzionario che permetterà di far vivere agli spettatori la stessa esperienza immersiva che si può avere con HoloLens, il primo computer olografico al mondo.

L’evento sarà dunque un momento di grande interesse e riflessione, per i fortunati che sono riusciti ad accaparrarsi un biglietto e per le numerose persone che ormai seguono i canaliTED e TEDxBologna sul web.

Stampa/PDF
TEDxBologna tra ologrammi, sonde e hacker