Teatro Sannazaro - Il teatro di Napoli

Testamento biologico: fragilità e libertà di disporre fra leggi e medicina

Stampa/PDF

Capacità di disporre del proprio corpo, i rischi, le libertà e i diritti tra leggi sul fine vita e medicina. Questo l’argomento, quanto mai attuale, del convegno La capacità vulnerata. Fragilità e libertà di disporre fra leggi e medicina. Orizzonti futuri che si terrà venerdì 7 febbraio a Milano presso la Palazzina ANMIG nel Salone Valente (Via S. Barnaba 29) dalle 9:00 alle 18:00.

All’indomani dell’entrata in vigore, dal 1° febbraio 2020, della banca dati delle DAT (disposizioni anticipate di trattamento), il convegno si propone di attirare l’attenzione sulla capacità di decidere dell’individuo. L’obiettivo è quello di informare l’opinione pubblica sulle prospettive future e sui rischi che la possibilità di sceglie comporta.

Il convegno, organizzato dall’Associazione Amici di Guido Stanzani con il patrocinio di SIMLA, dell’Ordine degli Avvocati e del Consiglio Notarile di Milano, si articolerà in tre sessioni.

Nella prima, presieduta dal dottor Luigi Scarano (Magistrato di Cassazione) e moderata dalla dottoressa Carolina Gentili (Magistrato di Bologna), verrà dato spazio ad alcuni temi giuridici rilevanti quali per esempio la capacità di disporre del proprio corpo nel fine-vita e dei conseguenti disagi e rischi patrimoniali di queste scelte.

Nella seconda sessione, presieduta dall’avvocato Vinicio Nardo (Presidente Ordine Avv. Milano) e moderata dall’avvocato Giuseppe Mazzucchiello (Presidente dell'Associazione Valore Uomo), ci si focalizzerà sull’importanza delle sinergie fra magistrati, notai e medici-legali con un particolare riferimento al lavoro svolto nei confronti delle persone incapaci di disporre.

Nella terza sessione, presieduta dalla professoressa Merzagora (delegata SIMLA e Presidente della Società Italiana di Criminologia) e moderata dai professori Alberto Bellocco (Presidente AGS) e Pietro Tarsitano (medico legale), l’Associazione Amici di Guido Stanzani proporrà un dibattito sulle variabili sensibili dell’incapacità di disporre: la coazione esterna e la rete tutelante. Si proseguirà poi presentando alcuni spunti sulla metodologia e sulle prassi medico-legali in merito. Tra queste, per esempio, la Tabella orientativa sulla capacità di intendere e di volere (T.O.C.I.V.) che fornisce una guida pratica per gli esperti per analizzare la capacità dell’individuo di intendere e di volere.

Il convegno infine sarà l’occasione per ospitare discussioni e riflessioni su un tema tanto attuale quanto ormai urgente, sempre con la moderazione dei medici legali e degli avvocati.

Stampa/PDF
Testamento biologico:  fragilità e libertà di disporre fra leggi e medicina