The Red Party

Stampa/PDF

Una serata all’insegna della musica e della solidarietà, con la speciale esibizione live di Mario Biondi e la presenza di tanti invitati d’eccezione, tra i quali numerosi personaggi del mondo del cinema e dello spettacolo, per garantire protezione, cure e istruzione ai bambini che vivono nei paesi afflitti dalle guerre.

Si è svolto a Milano, nella suggestiva cornice di Palazzo Crespi, l’evento “The Red Party” organizzato da Save the Children, l’Organizzazione internazionale che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro. Un appuntamento annuale che anche quest’anno ha coinvolto tanti ospiti e amici dell’Organizzazione, che hanno partecipato alla serata uniti da un inconfondibile tocco di rosso a caratterizzarne il look, per sostenere la nuova campagna “Stop alla guerra sui bambini” lanciata da Save the Children in occasione del suo centenario per dire basta alle sofferenze che milioni di bambini sono costretti a subire nei paesi in conflitto.

Da Alessio Boni a Caterina Guzzanti, da Andrea Sartoretti a Frida Giannini, membro del consiglio direttivo di Save the Children: numerosi i personaggi del mondo del cinema, della moda e dello spettacolo al fianco dell’Organizzazione in una serata allietata dalla speciale esibizione del cantante Mario Biondi
“Conosco e apprezzo Save the Children e già in passato ho avuto la fortuna di supportare l’organizzazione. Sono orgoglioso di esserci anche in questa occasione, per celebrare insieme il prestigioso traguardo dei 100 anni dalla sua fondazione. Per un artista è doveroso scendere in campo in prima persona al fianco dei bambini, in tutto il mondo, perché la loro voce possa essere ascoltata e perché i loro diritti possano essere sempre garantiti”ha dichiarato Mario Biondi.

“Abbiamo voluto scegliere il 15 marzo per questo evento perché segna il compimento dell’ottavo anno dall’inizio della guerra in Siria. Otto anni di violenze, distruzione e brutalità che continuano a rappresentare la terribile quotidianità per tanti, troppi bambini che sono stati di fatto derubati della propria infanzia. Perché ogni guerra è una guerra contro i bambini, come diceva 100 anni fa la fondatrice di Save the Children, Eglantyne Jebb. A un secolo di distanza siamo ancora qui ad occuparci dei minori in guerra, per alleviare le loro sofferenze e restituire loro il futuro che meritano e al quale hanno diritto, e serate come questa, grazie alla partecipazione e al prezioso supporto di tanti amici della nostra Organizzazione, rappresentano una occasione speciale per permetterci di fare ancora di più”, ha dichiarato Claudio Tesauro, Presidente di Save the Children.

Durante la serata sono stati battuti all’asta una serie di beni concessi da artisti e prestigiosi marchi di lusso e lifestyle; dalla speciale parure B.zero1 di Bulgaridedicata a Save the Children alla poltrona UP Junior di B&B ITALIA; dall’anello Rainbow, creato in esclusiva per l’evento dalla Gioielleria Pisano 1948 al pacchetto vip per la 76ma Mostra cinematografica di Venezia messo a disposizione da Mastercard; da un soggiorno esclusivo di due notti presso l’Hotel Bulgari di Milano, sino all’esclusiva esperienza “Fendi is Rome”. E, ancora, un raffinato plaid di Brunello Cucinelli; un sofisticato capo in cashmere diFabiana Filippi realizzato per l’occasione; la maglia bianconera autografata da Cristiano Ronaldo donata da Juventus, opere d’arte di Ugo Nespolo, Zero Calcare e Mohamed Keita e tanti altri preziosi oggetti.

I fondi raccolti nel corso dell’evento andranno a finanziare i progetti di Save the Children per fornire protezione, cure e istruzione ai bambini che vivono in paesi in conflitto o che fuggono dagli orrori della guerra.

Un ringraziamento speciale va alla Famiglia Paravicini Crespi per avere ospitato “The Red Party” e reso possibile questo evento a supporto della campagna “Stop alla guerra sui bambini”.

Si ringraziano per il loro prezioso sostegno: Aquazzura, Armani/Casa, Art & Co, B&B Italia, Berluti, Biffi Boutiques, Brioni, Brunello Cucinelli, Bulgari Italia, Bulgari Hotel Milano, Daniela Allega Fuciarelli, Devi Kroell, Emilio Pucci, Ermenegildo Zegna, Fabiana Filippi, Fendi, Gioielleria Pisano 1948, Givenchy, Helen Yarmak, Il Gufo, Juventus, Lanvin, Mario Dice, Mastercard, Moncler, Roger Vivier, Tod's e Valextra.

Infine, un sentito ringraziamento agli sponsor tecnici dell’evento, Ferrero e Lauretana, e agli artisti Mohamed Keita, Ugo Nespolo e Zero Calcare per avere donato una propria opera all’asta.

Stampa/PDF
The Red Party