• Magazine
  • Idee
  • To Good To Go, l’app contro lo spreco alimentare

To Good To Go, l’app contro lo spreco alimentare

Stampa/PDF

Too Good To Go, l’app danese da poco sbarcata in Italia che mira ad azzerare gli sprechi di cibo, è stata premiata durante la TNW Conference di Amsterdam come la realtà più dinamica in Europa alla sesta edizione dei Tech5 Awards organizzati da TNW e Adyen.

Fondata nel 2016 a Copenhagen, l’app Too Good To Go intende combattere gli sprechi alimentari e allo stesso tempo ridurre i livelli di inquinamento causati dallo spreco di cibo, responsabili dell’8% delle emissioni globali di gas serra. Sin dall’inizio Too Good To Go è stato in grado di risparmiare più di 13 milioni di pasti e 26000 tonnellate di CO2, e da allora si è espanso in Belgio, Francia, Germania, Italia, Norvegia, Polonia, Spagna, Svizzera, Paesi Bassi e Regno Unito. Ad oggi, l’azienda conta 11 uffici in Europa, più di 280 dipendenti e oltre 10 milioni di utenti, ed è tra le prime posizioni negli App Store e Google Play di tutta Europa.

Spreco alimentare: una soluzione tecnologica

Too Good To Go permette a bar, ristoranti, forni, pasticcerie, supermercati ed hotel di vendere online - a un prezzo tra i 2 e i 6 euro - le Magic Box, delle bag con unaselezione a sorpresa di prodotti invenduti “troppo buoni per essere buttati”, che tuttavia non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo.

Too Good To Go ha trionfato ai Tech5 Awards ottenendo punteggi altissimi in tutte le categoria su cui si basa la selezione, ovvero il livello di interesse rilevato sul mercato, la crescita negli investimenti, il clamore mediatico e l’impatto sociale. L’app che combatte gli sprechi alimentare è così salita sul primo gradino del podio battendo i finalisti Unifly dal Belgio e Unbabel dal Portogallo, entrambe riconosciute nei rispettivi Paesi come le giovani aziende tech più innovative.

Giunta alla sesta edizione, Tech5 è stato il trampolino di lancio per aziendecome Transferwise, Delivery Hero, Cabify e Foodpanda: negli ultimi cinque anni i finalisti di Tech5 hanno raccolto complessivamente oltre 13 miliardi di euro di finanziamenti. Dopo i tre finalisti, le realtà che hanno ricevuto più voti nelle proprie aree sono stati tra gli altri Supermercato24 (Italia), Glovo (Spagna), FlixBus (Germania).

Too Good To Go: la parola ai creatori

Siamo molto orgogliosi di questo premio da parte di Adyen e The Next Web. Siamo un team di 280 Waste Warriors in tutta Europa e questo riconoscimento è la testimonianza della loro dedizione nell’ispirare e incoraggiare chiunque a combattere lo spreco di cibo”, ha sottolineato Mette Lykke, CEO di Too Good To Go. “Attraverso la nostra piattaforma ci assicuriamo che imprese, consumatori e soprattutto l’ambiente possano tutti trarre vantaggio, affrontando una questione seria come lo spreco di cibo. Questo premio è un grande riconoscimento e speriamo possa fare ulteriore luce sul problema che stiamo cercando di risolvere”.

Il livello di innovazione a cui abbiamo assistito quest’anno al Tech5 ha raggiunto livelli altissimi. Ancora una volta le aziende europee coinvolte si sono dimostrate leader mondiali, mostrando creatività e innovazione in un ampio spettro di settori”, ha commentato Roelant Prins, CCO di Adyen.  “Quest’anno la competizione è stata più ampia ed è andata oltre i numeri per guardare altri elementi chiave che fanno di un’azienda un business di successo. Ciò che più ci ha entusiasmato quest’anno è stato vedere così tante aziende che hanno un importante impatto sociale e allo stesso tempo un grandioso successo. Too Good To Go è un esempio eccellente di come un’azienda possa usare la tecnologia per una buona causa e non vediamo l’ora di assistere ai suoi ulteriori successi in futuro”.

Stampa/PDF
To Good To Go, l’app contro lo spreco alimentare