Trianon Viviani, la canzone napoletana inaugura la stagione

Stampa/PDF

Al Trianon Viviani, domani, giovedì 31 ottobre, alle 21, inaugurazione della stagione 2019/20200 con lo spettacolo musicale “Quelle del Festival… Le indimenticabili canzoni di Napoli”.

Sono giorni intensi al teatro pubblico di Forcella: dopo la trasformazione della personalità giuridica in fondazione, la nomina di Marisa Laurito direttore artistico, con due progetti speciali affidati alle cure di Davide Iodice e Nello Mascia, ecco ora il cartellone al via con un appuntamento che sembra prefigurare l’identità di promozione e valorizzazione della canzone napoletana stabilita dallo statuto della nuova fondazione.

Dieci cantanti e varî ospiti, tutti insieme per un grande concerto di una ventina di «indimenticabili canzoni di Napoli». In programma molti successi dello storico festival di Napoli, contrappuntati dalla proiezione di video e interviste a personaggi che testimoniano un’epoca, con aneddoti, curiosità e approfondimenti: un percorso musicale che si dipana da Sciummo, presentata da Sergio Bruni nella prima edizione del 1952 e successivamente cantata anche da Frank Sinatra, a Core spezzato del 1968.

Maurizio Palumbo, ideatore e regista dello spettacolo, ha voluto inserire nella scaletta musicale anche alcuni celebri brani presentati da interpreti partenopei al festival di Sanremo. «È una sorta di gemellaggio tra il festival di Napoli e quello di Sanremo – spiega Palumbo –, nel ricordo della manifestazione che si tenne nel 1932 nel casinò municipale della città ligure, il “festival della Canzone partenopea”, ideato e organizzato da Ernesto Murolo, il poeta autore di “Serenata napulitana”, padre di Roberto Murolo». Ecco quindi brani come Il mare di Sergio Bruni, del 1960, e Jammo ja’, cantata nel 2010 da Nino D’Angelo e Maria Nazionale.

Protagonisti dello spettacolo, prodotto da Sud promotion, sono Giusy AttanasioAlessia CacaceLuciano CaldoreGino Da VinciEnzo EspositoMavi Gagliardi di Sud 58, Alfredo MinucciTeresa RoccoAntonio Siano e Lino Tozzi. Dirige l’orchestra Peppino Fiscale, che ha curato anche gli arrangiamenti musicali.

Lo spettacolo, in due tempi, è presentato da Edda Cioffi. Con la scenografia di Quintessenza, è curato da Luciano Quagliozzi (direttore di palcoscenico), Daniele Chessa (audio) e Gianluca Sacco (luci).

In occasione della serata inaugurale, Laurito, Iodice e Mascia, nella loro prima presenza istituzionale al Trianon Viviani, incontreranno il cda, il consiglio dei revisori e lo staff del teatro.

Quelle del Festival… sarà replicato tutti i giorni, da giovedì 31 ottobre a sabato 2 novembre, alle 21; domenica 3 novembre, alle 18.

Intanto continua la campagna abbonamenti. Il ricco e articolato cartellone, predisposto dal direttore artistico uscente Nino D’Angelo, si compone di quattordici spettacoli a prezzi popolari, tra musica, teatro musicale e commedia, con la partecipazione di molti artisti beniamini del pubblico. Chiuderà la stagione un’edizione particolare del fortunato spettacolo musicale “Carosone, l’Americano di Napoli”, in occasione del centenario della nascita del grande cantante, compositore e pianista partenopeo: scritto da Federico Vacalebre, biografo del musicista, vede protagonista in scena Andrea Sannino, affiancato da Giovanni Imparato e Claudia Letizia, con gli arrangiamenti di Lorenzo Hengeller e la regia di Nello Mascia. Sono previste tre formule di abbonamento: a tutti i quattordici spettacoli in cartellone, oppure a dieci, o, ancòra, a sette titoli a scelta, con prezzi che partono da 90 euro, al netto dei diritti di prevendita. Riduzioni per studenti e iscritti ai cral convenzionati.

Stampa/PDF
Trianon Viviani, la canzone napoletana inaugura la stagione