TV E VIDEO-GIOCHI AUMENTANO IL RISCHIO DEPRESSIONE NEGLI ADOLESCENTI

Stampa/PDF

I maschi più a rischio

Gli adolescenti che trascorrono troppe ore davanti alla tv o giocando con i video-giochi hanno più probabilità di diventare depressi da grandi. Lo sostiene uno studio condotto su oltre quattromila minori. All'inizio della ricerca, nel 1995, prima della diffusione capillare dei lettori Dvd e di Internet, i ragazzi non erano depressi: in media ciascuno di loro passava ogni giorno quasi due ore e mezza davanti alla tv, altrettanti ad ascoltare la radio, un'ora a guardare videocassette e 40 minuti a giocare con i giochi elettronici. Sette anni dopo, quando l'età media del campione aveva raggiunto i 22 anni scarsi, 308 di loro (il 7,4%) manifestavano sintomi di depressione. "Più aumentavano le ore trascorse davanti alla tv più aumentava il rischio di depressione", ha commentato uno degli autori dello studio, pubblicato dagli 'Archives of generale psychiatry'. Con differenze tra ragazze e ragazzi: i maschi erano più propensi ad ammalarsi. Gli esperti precisano che un maggior uso dei media significa per i ragazzi sottrarre tempo ai giochi all'aperto, allo sport e alle attività culturali: tutte esperienze che li possono proteggere dalla depressione.

Stampa/PDF
TV E VIDEO-GIOCHI AUMENTANO IL RISCHIO DEPRESSIONE NEGLI ADOLESCENTI