UE: accordo sul settore della navigazione interna

Stampa/PDF

La Presidenza Maltese ha raggiunto un accordo informale con il Parlamento europeo sulla creazione di un sistema comune di certificati per le persone che lavorano nel settore della navigazione interna nell'UE. I titolari di questi certificati saranno in grado di esercitare la propria professione sulle vie navigabili interne in Europa. Il nuovo sistema permetterà di migliorare le prospettive di carriera nel settore e rendere più facile per le persone qualificate prendere posti di lavoro ovunque si trovino a disposizione.

Il sistema di certificazione unico coprirà tutti i membri dell'equipaggio, da apprendisti a conduzione di navi. Geograficamente essa si applica all'attività svolta per via navigabile interna, tra cui quella nel fiume Reno. Entrambi gli aspetti costituiscono un netto miglioramento rispetto alla situazione attuale, in cui la legislazione UE sul reciproco riconoscimento nel settore copre solo di conduzione di navi - e solo quando operano su fiumi e canali diversi dal Reno. Il resto dell'equipaggio è coperto dalla direttiva orizzontale relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali.

I nuovi certificati saranno basati sulle competenze, portando flessibilità per le persone di talento e motivate a progredire più velocemente nella carriera. Attualmente è comune richiedere il completamento di un determinato numero di anni in un post prima possibile. L'introduzione di qualifiche basate sulla competenza dovrebbe anche migliorare la sicurezza e ridurre i costi connessi agli incidenti.

Al fine di evitare oneri amministrativi sproporzionati, le nuove regole tengono conto delle diverse caratteristiche dei paesi dell'UE. Alcuni Stati membri non hanno la navigazione interna, alcuni hanno corsi d'acqua che non sono collegati a quelli di altri Stati membri, e in altri paesi la navigazione interna è solo stagionale o un'attività molto limitata. Tutti gli Stati membri con almeno un po' di navigazione interna dovranno riconoscere il certificato UE sul loro territorio, ma la misura in cui essi saranno tenuti a 'trasporre' o a incorporare le altre disposizioni nella loro legislazione nazionale dipenderà dal costo-efficacia e il valore aggiunto per le loro singole circostanze.

"Più in generale, la presidenza attribuisce importanza alla piena attuazione dei corridoi TEN-T mediante il miglioramento delle vie navigabili delle infrastrutture, e sottolinea che la navigazione interna è parte integrante della rete TEN-T. La navigazione interna è il modo più efficiente di energia, di trasporto e ha un grande potenziale, soprattutto per spostare il trasporto di maggiore quantità di merci da terra. Il sistema di certificazione unico apre nuove opportunità di carriera e, si spera, darà una spinta a tutto il settore", ha detto Ian Borg, il ministro maltese per trasporti, infrastrutture, Capital Projects. "Sono anche contento che le regole dovranno essere applicate solo se necessario, in quanto non tutti i paesi dell'UE hanno una topografia che è adatta per questo tipo di trasporto."

Il progetto di direttiva concordata oggi fa parte degli sforzi dell'UE per promuovere il trasporto sulle vie navigabili interne nell'ambito del programma NAIADES II.

Stampa/PDF
UE: accordo sul settore della navigazione interna