UE: una cooperazione in materia di difesa

Stampa/PDF
Il Consiglio Europeo ha adottato una tabella di marcia per l'attuazione della cooperazione strutturata permanente (PESCO). Tale tabella di marcia fornisce orientamenti e indirizzi strategici sulle modalità con cui strutturare ulteriori lavori relativamente a processi e governance, anche per progetti e relativamente alla fissazione delle tappe di realizzazione degli impegni.

A tal proposito definisce un calendario per il processo di revisione e valutazione dei piani nazionali di attuazione, in cui si delineano nel dettaglio le modalità con cui gli Stati membri partecipanti intendono rispettare gli impegni più vincolanti assunti reciprocamente.

Fornisce inoltre un calendario per l'accordo su eventuali progetti futuri, oltre che i principi fondamentali di un insieme di regole di governance per i progetti che il Consiglio dovrà adottare entro la fine del giugno 2018.

Il Consiglio ha adottato anche una decisione che definisce ufficialmente l'elenco iniziale di 17 progetti collaborativi concordati a livello politico nel dicembre 2017. I progetti riguardano settori quali la formazione, lo sviluppo di capacità e la prontezza operativa nel settore della difesa.

I 25 Stati membri partecipanti alla PESCO sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.
Stampa/PDF
UE: una cooperazione in materia di difesa