Una riforma nei controlli delle emissioni

Stampa/PDF

La presidenza del Consiglio e i rappresentanti del Parlamento europeo hanno raggiunto un accordo provvisorio sulla riforma dell'omologazione e della vigilanza del mercato dei veicoli a motore.

L'accordo sarà ora sottoposto al Coreper per approvazione e dovrà essere approvato anche dal Parlamento europeo.

Questa importante riforma permetterà di modernizzare il sistema attuale, di adattarlo alle nuove tecnologiedisponibili sul mercato e di migliorare i dati sui controlli delle emissioni delle autovetture.

"Questo nuovo quadro contribuirà a ripristinare la credibilità del settore automobilistico. Istituirà un sistema trasparente con un'adeguata supervisione, migliorerà il coordinamento a diversi livelli e armonizzerà l'applicazione delle norme dell'UE. Desidero ringraziare le precedenti presidenze del Consiglio, nonché il Parlamento e la Commissione, per gli sforzi compiuti e mi auguro che gli Stati membri possano approvare quello che ritengo un accordo equilibrato che realizza le riforme necessarie". ha dichiarato Kadri Simson, presidente del Consiglio e ministro estone dell'economia e delle infrastrutture.

Scopo della riforma è conseguire un livello elevato di sicurezza e di prestazioni ambientali dei veicoli a motore e affrontare le principali carenze individuate nell'attuale sistema di omologazione.

Saranno introdotti cambiamenti importanti in tre ambiti, rafforzando i seguenti aspetti:

  • la qualità delle prove necessarie per l'immissione dei veicoli sul mercato attraverso il miglioramento dei servizi tecnici
  • la vigilanza del mercato per controllare la conformità delle auto già disponibili sul mercato, con la possibilità per gli Stati membri e la Commissione di procedere a verifiche a campione sui veicoli al fine di individuare precocemente i casi di non conformità
  • il controllo del processo di omologazione, in particolare tramite l'istituzione di un forum per lo scambio di informazioni sull'applicazione composto da rappresentanti delle autorità nazionali responsabili dell'omologazione e della vigilanza del mercato

L'attuazione uniforme delle nuove norme in tutta l'UE ridurrà le differenze di interpretazione e applicazione da parte delle autorità di omologazione e dei servizi tecnici nazionali.

Inoltre, il nuovo sistema consentirà l'individuazione di casi di non conformità in una fase precoce.

Stampa/PDF
Una riforma nei controlli delle emissioni