Universiade: il nuovo progetto per l'estate 2019

Stampa/PDF

L’ Universiade è una vera e propria manifestazione sportiva che corrisponde in parte ai giochi olimpionici. Tutti gli studenti universitari di ogni parte del mondo possono partecipare alle gare atletiche. Le prime edizione furono organizzate già dal 1923 però il tutto fu ufficializzato 1958 a Roma. Da allora la FISU, ovvero la Federazione Internazionale Sport Universitari, ha sempre programmato eventi del genere. Le discipline sono dodici: atletica leggera, calcio, ginnastica artistica, nuoto, pallacanestro, pallanuoto, pallavolo, scherma, taekwondo, tennis, tennistavolo e tuffi. La partecipazione è via via aumentata fino a raggiungere 7800 atleti e il paese che ne ha accolto maggiormente è stata l’Italia.

Per l’estate del 2019 è già stata scelta la sede nel 2016 e sarà Napoli. La manifestazione è prevista dal 3 al 14 luglio e, mentre in un primo momento erano state proposte delle navi per rendere il tutto più suggestivo, come location definitiva hanno optato per la Mostra d’Oltremare. Un ruolo di fondamentale importanza è quello svolto dai volontari che si occuperanno non solo di coordinare gli eventi e i diciotto sport previsti ma anche della parte tecnica, delle strutture, della propaganda e degli spostamenti. Per farne parte bisogna iscriversi sul sito ufficiale online di Univesiade e partecipare a dei brevi di corsi di formazione. A Napoli poi è stata già registrata un’affluenza record di circa 10000 persone che si dovranno fare carico dei vari turni durante l’evento, degli alloggi e degli atleti.

La cosa che ha maggiormente colpito il pubblico e i mass media è che le varie università della Campania hanno dimostrato una perfetta partnership e interazione. Si inizierà con dei tour tra le sedi per permettere agli ospiti di conoscere meglio la città ospitante. Il 23 maggio la prima tappa è l’Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli, poi alla Federico II il 30, la sede a Salerno, la Parthenope e il Suor Orsola.

Stampa/PDF
Universiade: il nuovo progetto per l'estate 2019