URBANISTICA: DUE PROGETTI ATTUATI PER L’AREA NOLANA E DOMIZIA

Stampa/PDF

Si punta sulla riqualificazione paesaggistico-ambientale

Sono stati presentati dall’assessoreall’Urbanistica della Provincia di Napoli, Francesco Domenico Moccia, alla presenza del presidente, Dino Di Palma, e del presidente della Commissione Urbanistica della Regione Campania, Pasquale Sommese, i primi due progetti di fattibilità inerenti alle aree programma individuate nella progetto di PianoTerritoriale di Coordinamento Provinciale. Ilprimo studio relativo alla riqualificazione ambientale e la sistemazione territoriale dell’area Domitia comprende: l’istituzione del nuovo parco  archeologico ambientale Liternum con i connessi interventi di riqualificazione paesaggistico-ambientale; la messa in rete delle risorse archeologico-ambientali del litorale domitio flegreo; la creazione di nuovi servizi anche di supporto alla fruizione ambientale ed archeologica del litorale connessi all’ipotesi di densificazione negli insediamenti nell’intorno di Varcaturo (quest’ultima finalizzata anche ad accogliere le ricostruzioni compensative provenienti dalle demolizioni lungo la fascia costiera); l’inserimento di Giugliano nelle reti di centralità di scala sovracomunale (potenziamento delle aree pubbliche, nuovacittà della produzione, cittadella sportiva con stadio, il mercato ortofrutticolo); il potenziamento della direttrice flegreo-domitiacon il prolungamento della linea ferroviaria dal nodo di Quarto a Licola; creazione di una rete ciclopedonale provinciale finalizzata alla messa in rete e, dunque, alla costruzione di itinerari di fruizione delle risorse ambientali. Il secondo studio, riqualificazione ambientale e la sistemazione territoriale della area nolana prevede: la creazione di centri diservizi rari inclusi l’alta formazione e la ricerca; la creazione di una nuova ed efficiente linea di trasporto locale; il dimensionamento delle abitazioni in relazione alla localizzazione delle nuove funzioni; costituzione di un nuovo parco agricolo; individuazione dei corridoi ecologici locali tesi anche ad evitare la saldatura tra centri; recupero delle aree degradate finalizzato alla realizzazione di attività per il tempo libero. “Nel PTCP- ha sottolineato l’assessore Moccia - sono state previste delle aree programma, ovvero dell’aree sovracomunali considerate di interesse prioritario,  sulle quali da subito si è deciso di investire risorse per redigere di concerto con gli enti interessati dei programmi strategico- operativi come questi per l’area Domitia e per quella Nolana”. “Il giuglianese e il nolano sono due importanti centralità dell’area metropolitana di Napoli,e proprio in base alla filosofia policentrica che dello stesso piano provinciale si è deciso di puntare con decisione su un grande centro sportivo di valenza metropolitana per Giugliano e su un polo scientifico tecnologico per il nolano, in questo modo avvicinando i centri di servizi e di lavoro alle abitazioni si riduce il traffico el’inquinamento dell’area”.

Stampa/PDF
URBANISTICA:  DUE PROGETTI ATTUATI PER L’AREA NOLANA E DOMIZIA