WEDDING UPDATE: APPUNTAMENTO IN PRIMAVERA

Stampa/PDF
E’ necessario, professionalizzare il settore del wedding planning, poiché la poca formazione e informazione nuoce al settore stesso. Molti pensano che la professione del wedding planner sia un costo e basta e, addirittura, molte strutture veicolano questo concetto forse per esperienze negative avute con chi si improvvisa organizzatore di eventi. Wedding Update vuole essere proprio questo: un punto di riferimento per tutti gli addetti ai lavori del settore wedding, puntando decisamente sulla formazione.  
 
La giornata si è svolta con una bipartizione e nella prima parte della giornata sono intervenuti: l’avvocato Andrea Di Lecce per gli aspetti legali legati alla consulenza commerciale, civile, amministrativa e penale delle società medio –grandi del settore. Giovanna Dello Iacono, esperta di wedding tourism. Giuseppe Rollino, per l’aspetto del marketing sia on line che off line e, non ultima, Maria TeresaPelosi, esperta in creative design nonché presidentessa della scuola di creatività "Scuola di Idee e Creatività" che abbiamo ascoltato per voi.
Dopo una pausa relax si è avviato il talk show nel quale si è entrati nel vivo della manifestazione. Si sono creati momenti di interazione con i fornitori e gli espositori presenti alla chermesse che hanno avuto la possibilità di potersi interfacciare con protagonisti del settore del calibro di Angelo Garini (architetto e designer di matrimoni), Annagemma Lascari(fashon designer), Prospero Giuliano Cannella (retail manager di Lancome , Carlo Giordano (direttore tecnico della famosissima fiera “Tutto Sposi”), Luciano Carino (art director del gruppo HM Italia), Francesca Favotto ( giornalista) e la stessa Maria Teresa Pelosi.

Il Talk show si è aperto con i dovuti ringraziamenti ad AV Communication , la società di comunicazione che cura e organizza l’evento. Antonio Vitiello, ha esposto gli obiettivi raggiunti alla luce del precedente appuntamento di Marzo e ha lasciato spazio per un’ulteriore tappa prevista per la primavera del prossimo anno.

Da dove nasce l’esigenza di aggiornarsi? Perché è necessario fornire al settore in questione il supporto dovuto? Come ha spiegato l’architetto Angelo Garini, non solo il matrimonio, ma tutto ciò che concerne l’organizzazione di eventi deve evolversi in concomitanza con questi ultimi e con il muoversi del sostrato culturale e sociale in una determinata direzione.
In particolar modo, il matrimonio non rappresenta soltanto l’unione di due persone ma di due mondi diversi ed è importante riuscire a poter sintetizzare i due emisferi in un unico evento in modo da poterlo rendere speciale per entrambi i protagonisti. Proprio per questo, sottolinea, Garini, è importante rivolgersi ad un professionista che riesca ad organizzare e sintetizzare tutte le peculiari velleità dei due mondi che si andranno ad unire.
Un buon organizzatore di matrimoni non deve assecondare gli sposi, deve riuscire a creare un vestito che gli sposi possano indossare sentendosi totalmente a proprio agio, dunque, la professione abbraccia, allo stesso tempo, una sfera materiale, psicologica e , se vogliamo, sociale. Bisogna studiare la coppia al fine di elaborare un progetto perfettamente calzante alla loro personalità. Una coppia frizzante, giovane non potrà, secondo Garini, organizzare il proprio evento in un castello medievale che poco può avere a che fare con la loro personalità.
Troppo spesso il wedding planning in Italia viene accostato al’improvvisazione mentre gli elementi caratterizzanti dovrebbero essere interazione, cooperazione e creatività. Poi, diciamocelo, avere chi organizza per voi, equivale ad essere più rilassati. Acquistare un servizio per il proprio benessere, a patto che sia fatto bene. Garini, come Maria Teresa Pelosi, non organizzano solo matrimoni, ma anche diversi eventi, quali spettacoli, feste private di un certo rilievo e ci spiegano che l’elemento portante è la creatività. Non a caso la designer è presidentessa di una delle scuole più prestigiose di creatività "Scuola di Idee e Creatività" e, lasciatecelo dire , sono davvero creativi.
Esponevano alcuni dei loro prodotti alla manifestazione, ci ha colpito in particolare una enorme wedding cake che, a guardarla di primo occhio, sembrava davvero un abito da sposa, ma avvicinandoci, ci siamo accorti che si trattava di una torta gigante. Non abbiamo potuto fare a meno di ascoltare cosa ne pensavano della chermesse. Ci hanno esposto alcuni dei loro lavori e delle loro idee, una confettata fatta di bijoux di confetti, bracciali e collane, un kit da distribuire fuori chiesa alle donne: una creative- bag, composta da salvatacchi, ventaglio, scialle e, udite, un pacco di crakers nel caso aveste un languorino. Esterrefatti. Per loro la manifestazione è stata interessantissima, hanno avuto molti spunti dai designers presenti e hanno avuto l’opportunità di farsi conoscere meglio dai molti presenti che hanno partecipato all’evento. Angela Lombardi, la fondatrice della scuola nonché titolare di una prestigiosa location per matrimoni del casertano ci ha mostrato con orgoglio molte opere realizzate, fra i queste, alcuni menù creati in carta aventi forme particolarissime.

Soddisfatte, anche le decine e decine di giovani wedding planners che si avvicinano alla professione, munite di taccuini forniti dall’organizzazione hanno preso appunti dettagliatissimi sui molti consigli elargiti dai professionisti.
 
wedding tourism
Stampa/PDF
WEDDING UPDATE: APPUNTAMENTO IN PRIMAVERA