Storie

Culturatela e il Maggio nei Musei

Culturatela presenta una rassegna di eventi culturali, volti a riscoprire e valorizzare i luoghi storici della città di Avellino

Culturatela, startup CultTech che innova il mondo della cultura con AI e Big Data mettendo a disposizione di pubbliche amministrazioni, istituzioni culturali ed enti privati un portale della cultura all-in-one, presenta – in occasione del Maggio nei Monumenti – una rassegna di eventi culturali, volti a riscoprire e valorizzare i luoghi storici e i beni architettonici della città di Avellino.

Maggio dei musei: cos’è?

L’evento costituisce un momento di raccolta della comunità intorno ai luoghi che caratterizzano i borghi storici cittadini, rappresentando un’importante iniziativa nell’ambito della valorizzazione del territorio e della promozione del turismo locale.

Il programma comprende tour tematici, workshop creativi, letture per famiglie e performance artistiche. Dai laboratori per bambini fino a momenti di relax, i visitatori di tutte le età avranno l’opportunità di immergersi pienamente nella cultura locale.

Le attività culturali saranno accompagnate da esperienze gastronomiche uniche: brunch culturali, assaggi di vini locali e prelibatezze a km 0 grazie al supporto di Black Lamb e Fralù.

Intervista a Vincenzo Paduano, CEO e co-founder di Culturatela

Come nasce Culturatela?

Culturatela nasce per rispondere a una lacuna nel panorama culturale italiano: la crescente domanda di ticketing online da parte dei visitatori non è adeguatamente supportata dalla disponibilità dei musei a offrire questo tipo di servizio, con il 62% di essi che non ha nemmeno una solida presenza sul web. Inoltre, tra le criticità evidenziate in uno degli ultimi Studi della Corte dei Conti, c’è anche la carenza di una vera strategia digitale e di competenze specifiche: il 64% dei musei ha dichiarato di non avere al proprio interno professionisti con competenze legate al digitale e solo recentemente si stanno avviando percorsi di formazione del personale, inoltre il 76% dei musei ha dichiarato di non avere alcun piano strategico dell’innovazione digitale. 

Culturatela è stata quindi fondata nel 2018 ad Avellino da Vincenzo Abbatantuoni, Angelo Paduano e Vincenzo Paduano come risposta a questa esigenza di mercato, fornendo a pubbliche amministrazioni, istituzioni culturali ed enti privati una soluzione SaaS e Marketplace che semplifica a 360° l’intera gestione e promozione dei luoghi della cultura italiana: dalla gestione dei ticket paperless, all’utilizzo dei Big Data per analizzare i flussi turistici, allo sviluppo di strategie di marketing mirate sino ad arrivare alla pianificazione di percorsi interattivi e immersivi grazie all’utilizzo dell’AI.

Quali sono gli obiettivi della startup?

L’obiettivo di Culturatela è da sempre quello di supportare enti pubblici e privati nella valorizzazione e la gestione dell’intero patrimonio culturale e artistico nonché supportare un settore strategico, quello della Cultura, per l’economia italiana dotandolo di strumenti all’avanguardia e mettendoli a beneficio dell’intero sistema-Paese; e lo fa attraverso la sua piattaforma proprietaria sopracitata. La startup CultTech ha, inoltre, integrato la piattaforma con un tool di intelligenza artificiale che risponde in tempo reale a domande in ambito culturale artistico, in modo da arricchire l’esperienza di visita del turista mettendo a sua disposizione una vera e propria “guida” virtuale e interattiva.

Siamo nel periodo del Maggio nei Monumenti, cosa ha programmato Culturatela?

In occasione del Maggio nei Monumenti, Culturatela ha organizzato Maggio nei Musei, una rassegna di eventi culturali, volti a riscoprire e valorizzare i luoghi storici e i beni architettonici della città di Avellino. Questa iniziativa, realizzata in collaborazione con diverse attività ed associazioni locali e con il patrocinio del comune, si tiene durante i weekend di maggio, dal venerdì alla domenica, e offre un programma ricco di tour tematici, workshop creativi, letture per famiglie e performance artistiche.

Dai laboratori per bambini fino a momenti di relax, i visitatori di tutte le età hanno l’opportunità di immergersi pienamente nella cultura locale. L’evento non si limita alla cultura ma offre anche esperienze gastronomiche uniche: brunch culturali, assaggi di vini locali e prelibatezze a km 0 grazie al supporto di Black Lamb e Fralù. Inoltre, vengono narrate storie affascinanti e antiche leggende, che arricchiscono l’esperienza di ogni visitatore in un viaggio autentico attraverso la tradizione irpina.

L’evento costituisce un momento di raccolta della comunità intorno ai luoghi che caratterizzano i borghi storici cittadini, rappresentando un’importante iniziativa nell’ambito della valorizzazione del territorio e della promozione del turismo locale.

Cultura e digitale come possono collaborare?

La digitalizzazione può rivoluzionare il settore culturale italiano, che attualmente soffre di una scarsa presenza online e di strumenti obsoleti per comunicare il patrimonio culturale, anche a causa di barriere burocratiche, mancanza di fondi e personale nel settore della cultura. Attraverso soluzioni digitali come quelle offerte da Culturatela, è possibile ottimizzare la gestione delle attività culturali, tracciare e raccogliere dati per migliorare l’esperienza del visitatore e aumentare la visibilità del patrimonio culturale italiano, coinvolgendo sia turisti che abitanti locali.

In che modo il territorio di Avellino può essere valorizzato dal digitale?

Il territorio di Avellino può essere valorizzato attraverso una serie di strategie digitali integrate. Queste includono la promozione turistica online attraverso i canali digitali, che consente di raggiungere una vasta audience di potenziali visitatori nonché permette di preservare e promuovere il patrimonio culturale di Avellino. Inoltre, lo sviluppo di esperienze virtuali, come tour e visite immersive, offre agli interessati la possibilità di esplorare il territorio anche da remoto, suscitando l’interesse a visitare di persona. E ancora, l’implementazione di applicazioni di guida turistica fornisce informazioni dettagliate sui luoghi di interesse, migliorando l’esperienza del visitatore durante la visita. Infine, la digitalizzazione dei servizi culturali, come la prenotazione online di visite guidate ed eventi, rende più accessibili e convenienti le esperienze culturali. 

Prossimi progetti?

Nei prossimi mesi, continueremo a espanderci attraverso partnership strategiche con altre istituzioni culturali in diverse regioni italiane, ampliando la nostra presenza e il nostro impatto nel settore.

Foto di copertina: TELA | culturatela.com | Ticketing e Booking Cloud | Museum and Exibitions | SIMPLY e CUSTOM

Mario Tortoriello

Cerco di unire la passione per la scrittura e la comunicazione con l'impegno sociale ed attività nel terzo settore. In tasca la mia laurea in Scienze Politiche alla Federico II. Appassionato di fumetti, videogiochi e cinema di genere. Tifosissimo del Napoli e appassionato di calcio e sport. Cinque Colonne è per me una grande palestra per apprendere e praticare ogni giorno questo meraviglioso mestiere.

Condividi
Pubblicato da
Mario Tortoriello

Articoli Recenti

La biopsia liquida ultrasensibile individua il cancro prima?

È la promessa della biopsia liquida ultrasensibile, una tecnologia rivoluzionaria che sta aprendo nuove frontiere… Continua a leggere

19 Giugno 2024

Teatro San Carlo di Napoli: storia e origini

Il Teatro San Carlo di Napoli è uno dei teatri più antichi e prestigiosi d'Italia… Continua a leggere

19 Giugno 2024

Come affrontare il caldo: il decalogo dei medici di famiglia

Come affrontare il caldo eccezionale di questi giorni? Con Minosse viviamo giorni difficili che vanno… Continua a leggere

19 Giugno 2024

Un nuovo sondaggio di Canva e MMA Global

Secondo un nuovo sondaggio di Canva e MMA Global, i responsabili senior del marketing considerano… Continua a leggere

19 Giugno 2024

Esame di maturità 2024 al via

Esame di maturità 2024 al via oggi, 19 giugno. Alle 8.30 di questa mattina si… Continua a leggere

19 Giugno 2024

Italia fanalino di coda in Europa per i pagamenti digitali

Ancora indietro rispetto agli altri paesi europei per l'adozione di metodi di pagamento digitali, l'Italia… Continua a leggere

18 Giugno 2024

Questo sito utilizza cookie di profilazione tecnici e di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione e/o accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più, clicca su " Desidero più informazioni su Cookie e Privacy", per la Cookie Policy dove è possibile avere informazioni per negare il consenso all'installazione dei cookie e sulle nostre politiche in termini di Privacy Policy

Leggi di più