Setteversi e...

La zuppa calda

Venti anni fa sono partita da quell'ameno paese dell'est piena di sogni, lasciando i miei due figli piccoli che ora sono uomini che non ho cresciuto io

Sono stanca, di quella stanchezza che ti prende l’anima.

Venti anni fa sono partita da quell’ameno paese dell’est piena di sogni, lasciando i miei due figli piccoli che ora sono uomini che non ho cresciuto io. Gli avevo promesso una vita migliore della mia, gli avevo promesso il bagno dentro casa in un’appartamento con il riscaldamento, se non in centro ma almeno in periferia della città. E ci sono riuscita! È solo questo che mi dà la forza di continuare a lavorare giorno e notte.

Oggi la figlia di nonna Emma che accudisco dalle 7 alle 15, mi ha detto che ha capito che ho bisogno di riposo e che lei si è presa una settimana di ferie, così posso farle anche io. Poi mi ha detto che non posso continuare a mangiare panini nei mezzi pubblici fra un lavoro e l’altro. Così mi ha regalato questo thermos e una busta con tutti gli ingredienti per preparare quella zuppa di carne e verdure che le ho raccontato quanto mi piace e quanto mi ricordi casa di mia nonna.

Ora sto andando a fare le pulizie negli uffici del mercoledì sera e sabato mattina. Mangio nella funicolare, che la Signora Gianna oggi pomeriggio mi ha fatto cucinare la zuppa nella sua cucina, mentre stiravo i loro bei vestiti, così gliene lasciavo anche per la loro cena che al marito piace da quando l’ha mangiata nella città vicina a dove sono nata io e che ci ha trasferito la fabbrica lì e gli ha dato il lavoro a mio fratello e a uno dei miei figli.

È bravo il signor Giulio e anche la moglie. Mi ha dato pure 20 euro in più per ricomprare gli ingredienti della zuppa. Domani che sono in ferie la cucino di nuovo per me e le due compagne con cui abito. Magari ci beviamo anche un po’ di birre e poi cantiamo le nostre canzoni.

Foto concessa da Lia Aurioso per Cinque Colonne Magazine

Alessandra Gazzola

Veneta d'origine e nascita, Abruzzese per scelta, impiegata da 39 anni presso Studi Professionali di Consulenti del Lavoro, amo la Poesia, i Romanzi, la Musica ed il prossimo mio quasi come me stessa, tutto senza alcuna distinzione di genere ma sempreché mi facciano stare bene. Dopo poco che mi si conosce, divento la Zia Ale su cui puoi contare. Amo scrivere racconti brevi.

Condividi
Pubblicato da
Alessandra Gazzola

Articoli Recenti

La biopsia liquida ultrasensibile individua il cancro prima?

È la promessa della biopsia liquida ultrasensibile, una tecnologia rivoluzionaria che sta aprendo nuove frontiere… Continua a leggere

19 Giugno 2024

Teatro San Carlo di Napoli: storia e origini

Il Teatro San Carlo di Napoli è uno dei teatri più antichi e prestigiosi d'Italia… Continua a leggere

19 Giugno 2024

Come affrontare il caldo: il decalogo dei medici di famiglia

Come affrontare il caldo eccezionale di questi giorni? Con Minosse viviamo giorni difficili che vanno… Continua a leggere

19 Giugno 2024

Un nuovo sondaggio di Canva e MMA Global

Secondo un nuovo sondaggio di Canva e MMA Global, i responsabili senior del marketing considerano… Continua a leggere

19 Giugno 2024

Esame di maturità 2024 al via

Esame di maturità 2024 al via oggi, 19 giugno. Alle 8.30 di questa mattina si… Continua a leggere

19 Giugno 2024

Italia fanalino di coda in Europa per i pagamenti digitali

Ancora indietro rispetto agli altri paesi europei per l'adozione di metodi di pagamento digitali, l'Italia… Continua a leggere

18 Giugno 2024

Questo sito utilizza cookie di profilazione tecnici e di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione e/o accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più, clicca su " Desidero più informazioni su Cookie e Privacy", per la Cookie Policy dove è possibile avere informazioni per negare il consenso all'installazione dei cookie e sulle nostre politiche in termini di Privacy Policy

Leggi di più