News

L’Arca di Noa

In doppia sessione musicale, avrà luogo "L'Arca di Noa", una rassegna  ispirata al profondo desiderio di pace

Dal 17 al 19 giugno le rive del Lago Maggiore ospitano il primo festival italiano concepito dall’artista israeliana Noa e il suo chitarrista Gil Dor. All’interno del parco della Rocca Borromea di Arona, ogni sera, in doppia sessione musicale, avrà luogo “L’Arca di Noa”, una rassegna  ispirata al profondo desiderio di pace dell’umanità in ogni tempo di guerra e che coincide con i trent’anni di attività del duo sui palcoscenici internazionali. 

L’Arca di Noa, pace e non solo

Per parlare di pace, sulla piazza di Arona il 16 giugno alle ore 18, avrà luogo un dibattito al quale parteciperanno oltre a Noa e Gil Dor, anche Padre Enzo Fortunato, esponenti di Emergency e il Sindaco di Arona, Federico Monti.

Ad inaugurare il festival, il 17 giugno, sarà una performance ispirata alla musica barocca che vedrà protagonisti il violinista Bishara Harouni e la pianista Adi Harouni insieme all’artista della sabbia Sheli Ben Nun. Nella seconda parte avrà luogo il concerto “Dona Novis Pacem” di Noa e Gil insieme al Polyphony String Quartet, un gruppo misto di musicisti israeliani e palestinesi provenienti da Nazareth. Il 18 giugno l’omaggio è alla musica napoletana con un concerto dal titolo “Quanto t’ho amato” che vedrà Noa e Gil Dor esibirsi insieme al Solis String Quartet.

Parte due…

Nella seconda parte della serata il trio Note a margine, composto da Nicola Piovani al pianoforte, Marina Cesari al sax e Marco Loddo al contrabbasso ospiterà Noa per un repertorio con molti brani ancora mai eseguiti dal vivo. Il 19 giugno vedrà esibirsi “gli amici geniali” di Noa con, nella prima parte il concerto del Ruslan Sirota group e, nella seconda, la performance collettiva di Noa, Gil Dor, Ruslan Sirota al piano, Omri Abramov a sax e EWI, Daniel Dor alla batteria e Guy Bernfeld al basso, per il gran finale di questa specialissima Arca musicale.

Partner del festival

Il festival è realizzato grazie al sostegno del Comune di Arona, con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo e Banca Intesa San Paolo e in collaborazione con  Regione Piemonte e  Distretto Turistico dei Laghi

I concerti del Festival, che inizieranno alle ore 20:30, avranno un prezzo simbolico di soli 5 euro: un incentivo che ha lo scopo di incoraggiare la popolazione dopo il difficile periodo di Corona, per consentire a ogni donna e uomo di partecipare, e creare congiuntamente una vera festa di musica, speranza, amore e pace.

Mario Tortoriello

Unisce la passione per la scrittura e la comunicazione con l'impegno sociale ed attività nel terzo settore. Appassionato di fumetti, videogiochi e cinema di genere. Tifosissimo del Napoli e appassionato di calcio. Qui a CinqueColonne, in definitiva, il solito raccomandato.

Condividi
Pubblicato da
Mario Tortoriello

Articoli Recenti

Bidgely si aggiudica il Future Ready Organization Award 2022-2023

L’azienda è stata premiata per aver implementato con successo processi organizzativi flessibili e resilienti Continua a leggere

10 Agosto 2022

Vibeke Mascini: Rendezvous

La Fondazione Arnaldo Pomodoro presenta Rendezvous di Vibeke Mascini, il secondo appuntamento dell’annuale ciclo espositivo… Continua a leggere

10 Agosto 2022

In un sondaggio di Dresner Advisory Services Pyramid Analytics viene riconosciuta tra i leader del settore della business intelligence

Pyramid Analytics ottiene il massimo punteggio nella categoria Raccomandazioni da parte di clienti Continua a leggere

10 Agosto 2022

Positivi e vaccinati in Campania del 10 Agosto

I dati aggiornati al 10 Agosto circa i positivi e i vaccinati in Campania Continua a leggere

10 Agosto 2022

Gurobi lancia un programma di formazione condotto da esperti per aiutare gli utenti a ottenere il massimo dall’ottimizzazione matematica

Le organizzazioni possono fruire di sessioni di formazione pratiche personalizzabili per tutti i membri del… Continua a leggere

10 Agosto 2022

Obbligo di fedeltà coniugale: come si riscrivono le regole di coppia

Quando si parla di obbligo di fedeltà coniugale intendiamo un retaggio sociale e religioso sorpassato… Continua a leggere

10 Agosto 2022

Questo sito utilizza cookie di profilazione tecnici e di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione e/o accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più, clicca su " Desidero più informazioni su Cookie e Privacy", per la Cookie Policy dove è possibile avere informazioni per negare il consenso all'installazione dei cookie e sulle nostre politiche in termini di Privacy Policy

Leggi di più