Teatro Sannazaro - Il teatro di Napoli
  • Magazine
  • Idee
  • Brevettato un nuovo tipo di attuatore piezoelettrico

Brevettato un nuovo tipo di attuatore piezoelettrico

Stampa/PDF

Ricercatori Cnr hanno dimostrato nel 2017 (R. Castagna et Al. Adv. Mater. 2017, 1604800) che è possibile ottenere polimeri fotomobilli a bassissimo costo per studiare la conversione di luce in lavoro meccanico. Tale risultato si è poi trasformato in un brevetto Internazionale 'Energy Conversion Device and Production Method' (PCT/IT2019/050074) ed è oggi alla base del progetto europeo PULSE-COM approvato dalla Comunità Europea nell’ambito della Call FETOpen.

Progetto europeo PULSE-COM: il brevetto
Il brevetto sviluppato insieme all’Enea Portici con il fondamentale contributo di Giuseppe Nenna del gruppo di Carla Minarini, riguarda un nuovo tipo di attuatori piezoelettrici (PZL) controllati dalla luce mediante l'utilizzo di film foto-mobili a basso costo (PMP) il cui movimento è indotto e controllato da luce solare e/o artificiale. Il brevetto mira a realizzare una nuova classe di dispositivi fotoattivabili che potenzialmente potrebbe cambiare gli attuali paradigmi nell'ambito dei dispositivi optoelettronici e piezoelettrici attraverso la realizzazione di dispositivi innovativi destinati ad una vasta gamma di applicazioni. Il brevetto è stato indicato dall'Enea come uno dei 10 brevetti scelti ad essere presentato nell'ambito della manifestazione 'Agorà brevetti e innovazione' (6 - 8 maggio 2019 presso il Museo della scienza e della tecnologia 'Leonardo da Vinci' di Milano), ed è rientrato nella rosa dei 170 brevetti invitati ad essere presentati nel settore energia sostenibile, ambiente e tecnologie verdi.

Giovedì 16 gennaio c'è stato il kick-off del progetto Photo-Piezo-ActUators based on Light SEnsitive COMposite che vede il gruppo Cnr-Isasi coordinato da Lucia Petti alla guida del partenariato internazionale. Rientra nella prestigiosa partnership internazionale che include aziende e istituti di Francia, Polonia e Romania, l’Enea Portici con il laboratorio Nano e il team guidato da  Giuseppe Nenna. PULSE-COM mira a esplorare le scoperte tecnologiche sviluppando e integrando una nuova classe di attuatori foto-piezoelettrici per aprire una nuova radicale tecnologia futura. "La nostra visione si basa sull'utilizzo di film polimerici foto-mobili (PMP) a basso costo e un piezo-composito (PZL) per indirizzare il loro utilizzo in nuovi campi innovativi mai considerati prima" aggiunge Riccardo Castagna di Cnr-Isasi inventore del foto-polimero. Partendo da aspetti fenomenologici e di modellizzazione dei materiali compositi, fabbricheremo e caratterizzeremo sperimentalmente i dispositivi proof-of-concept di foto-piezo-attuatori (PMP-PZL). Il dispositivo PMP-PZL sarà integrato in sistemi optoelettronici più complessi attraverso una ricerca incrementale ad alto rischio per raggiungere un'implementazione industriale pionieristica. In particolare, ci rivolgiamo alla realizzazione di applicazioni all'avanguardia basate su macchine meso-scale foto-attivate come opto-interruttori e opto-microvalvole, ottica riconfigurabile e sistemi di raccolta di fotoenergia.

Stampa/PDF
Brevettato un nuovo tipo di attuatore piezoelettrico