Sale giochi a Napoli, i gestori attendono la nuova ordinanza

Stampa/PDF
«Il confronto con l’Amministrazione continua e siamo in attesa di conoscere il contenuto della nuova ordinanza che modifica le fasce orarie di apertura delle sale da gioco». Pasquale Chiacchio, presidente dell’Associazione Gestori Scommesse Italia, parla dopo i nuovi incontri tra i rappresentanti del Comune di Napoli e le associazioni dei gestori di sale giochi che premono per una modifica al regolamento sui limiti orari: al momento apparecchi e sale autorizzate possono operare dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle ore 20.

La legittimità dell’ordinanza comunale è stata confermata anche dal Tar Campania, ma rimane il nodo dei rischi economici per le attività imprenditoriali. «Abbiamo presentato la nostra idea all’assessore Enrico Panini - continua Chiacchio - e il Sindaco ha dato mandato al suo capo di Gabinetto per una nuova ordinanza, che presumibilmente discuteremo all’inizio della prossima settimana».

La proposta dell’associazione prevede una regolamentazione articolata in base ai periodi e agli orari di apertura delle scuole, per una maggiore tutela dei minori. Per le sale scommesse si chiede l’apertura dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 22 dal lunedì al venerdì, e dalle 10 alle 22 per il sabato, la domenica e i festivi infrasettimanali. Più ridotta la proposta per sale slot e vlt: dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 22 durante la settimana, dalle 10 alle 14 e dalle 15.30 alle 20.30 nei weekend.

«Questo per quanto riguarda il periodo scolastico, dal 15 settembre al 15 giugno - spiega ancora Chiacchio - Per il periodo estivo abbiamo invece proposto l’apertura dalle 11 alle 22 per le sale scommesse». L’ultima parola ora spetta all’Amministrazione: «Fino a oggi la disponibilità nei nostri confronti non è mai mancata, ora aspettiamo con trepidazione la nuova ordinanza».
Stampa/PDF
Sale giochi a Napoli, i gestori attendono la nuova ordinanza