Tvoroznaja Pascha: un’alternativa per chi non ama la pastiera

Stampa/PDF

foto di Dina Valitova

Siamo ormai vicinissimi alla Pasqua, e le mani delle brave massaie già fremono per i preparativi. Si comincia a pensare a come imbandire la tavola, con quali piatti arricchirla e come decorarla. I russi invece, avranno un po’ più di tempo per prepararsi, dal momento che, secondo il calendario gregoriano, quest’anno la festività cade il 28 aprile; per noi italiani invece, il tempo stringe!

In questo articolo abbiamo deciso dimettere a confronto due dolci tipici della tradizione pasquale, uno di origine russa, la Tvoroznaja Pascha, e l’altro di origine italiana, la pastiera napoletana. La pastiera è un dolce a base di grano e ricotta, che a volte però non incontra i gusti di tutti i commensali. Se capitate in una famiglia di napoletani, pur di mettere la pastiera in tavola (guai a non rispettare la tradizione!) e accontentare comunque gli ospiti che non la amano, il padrone di casa si inventerà tutte le varianti possibili e immaginabili: senza canditi, con la crema pasticciera, con pochissimo grano, al cioccolato… un vero e proprio oltraggio alla tradizione! Ma si sa, il mondo è bello perché è vario, e poiché i napoletani sono campioni in fatto di ospitalità, anziché tormentare la tradizione, si potrebbe ipotizzare di spingerli ad una valida alternativa in modo da onorare comunque l’ospite, salvando capre e cavoli!. Siamo nell’era della globalizzazione, perché non aprirsi alle tante decantate contaminazioni culturali gastronomiche e rendere ancora più stretti i legami culturali che da secoli uniscono l’Italia e la Russia? Provate a cimentarvi nella Tvoroznaja Pascha. Stupirete i commensali, farete un’ottima figura, e salverete la pastiera da una serie di infinite mortificazioni. Provare per credere.

La Tvoroznaja Pascha, ha la forma di una piramide e simboleggia sia la bara del Signore che la sua resurrezione, ed è guarnito dalle lettere “XB” che indicano Cristo è risorto. L’ingrediente principale è il tvorog, un formaggio fresco, molto utilizzato dai russi, il cui nome deriva dalla radice del verbo creare (tvorit’) perché “creato” dal latte. C’è un problema però, il tvorog non si trova in commercio, perlomeno non nei supermercati italiani. Come fare allora? Per cimentarvi nella realizzazione di una Tvoroznaja Pascha con gli ingredienti a nostra disposizione, e provare ad avvicinarci quanto più possibile alla ricetta originale, potete utilizzare della ricotta o del mascarpone. Il tvorog infatti è un formaggio fresco, molto amato dai russi e spesso fatto in casa, che si presenta abbastanza solido e granuloso. Per essere lavorato però, bisogna necessariamente setacciarlo. La ricotta, o meglio ancora il mascarpone, potrebbero fare proprio al caso nostro!

Di seguito riportiamo la ricetta tradizionale della Tvoroznaja Pascha con l’indicazione degli ingredienti alternativi che possiamo trovare nei nostri supermercati. La ricetta, con le varianti dei prodotti originali, è di Olga Valitskaite:

  • 500gr di tvorog (in alternativa di ricotta);
  • 100 gr di burro;
  • 3 uova;
  • 100gr di zucchero;
  • 1 cucchiaino di vanillina;
  • 200gr di smetana (la panna acida russa che può essere sostituita da mezza tazza di panna);
  • 50gr di noci;
  • 50gr di uvetta;
  • 50gr di frutta candita;

In una pentola, unite ricotta, burro, panna, tuorli e zucchero. Cuocete il tutto a fuoco lento, mescolando fino a portare ad ebollizione. Subito dopo, rimuovete il composto dal fuoco e lasciatelo raffreddare. Aggiungete vaniglia, uvetta, frutta candita e noci. Inserite in uno stampo a scelta un panno di garza e versateci dentro il composto che coprirete completamente con i lembi del tessuto. Metteteci sopra un peso (una tazza ad esempio) per mantenerlo in forma.

Se non avete a disposizione la ricotta, Olga Valitskaite ci propone un’alternativa:

-          3 litri di latte;

-          Succo di limone (di 3 limoni)

Fate bollire il latte in un pentolino. Dopo che il latte si è riscaldato, aggiungete il limone spremuto. Togliete dal fuoco e lasciate riposare per 15 minuti. Mettete una garza in un colino e versateci il composto, premendo bene per rimuovere il siero.

Per quanto riguarda lo stampo, la Tvoroznaja Pascha ha la caratteristica forma piramidale che si ottiene con degli stampini tipici russi, decorati al proprio interno con le lettere “XB”. Voi potete utilizzare il cestino di plastica della ricotta oppure un piccolo vaso in terracotta a base quadrata e con il foro centrale in modo da far uscire il liquido in eccesso. Ponete il vostro composto in frigo per 12 ore e poi rimuovetelo dallo stampo. Guarnite, se volete, con altri canditi.

Non è un idea di gran lunga migliore di una pastiera al cioccolato?

Buon appetito e buona Pasqua a tutti!

foto di Inga Chibiskova

articolo presente in www.sguardoadest.it

Stampa/PDF
Tvoroznaja Pascha: un’alternativa per chi non ama la pastiera