Educazione finanziaria: parte uno screening

Stampa/PDF
Ha preso avvio il progetto di mappatura dei programmi di educazione finanziaria disponibili oggi sul territorio nazionale per gli studenti ed i cittadini adulti. L'iniziativa, coordinata dalla Fondazione Rosselli, è resa possibile dalla collaborazione tra Banca d'Italia, Consob, Ivass, Covip, Fondazione per l'Educazione Finanziaria e al Risparmio e Museo del Risparmio, d'intesa con il MEF-Ministero dell'Economia e delle Finanze e con il MIUR-Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

L'educazione finanziaria ha assunto negli ultimi anni grande rilevanza, anche a seguito di quanto emerso da recenti ricerche effettuate sugli studenti e sulla popolazione adulta; queste evidenziano un livello di conoscenza e competenza finanziaria generalmente inadeguato rispetto alle scelte economiche che ognuno di noi è ormai chiamato ad effettuare nella propria quotidianità e nella pianificazione del proprio futuro.

I risultati della rilevazione, che coinvolgerà oltre 500 enti pubblici e privati, saranno condivisi innanzitutto con i soggetti oggi coinvolti sul tema, perché possano essere da stimolo a un miglioramento dei programmi e alla creazione di nuove sinergie. I risultati di questo percorso potranno essere di supporto all'elaborazione di una "strategia nazionale" condivisa e partecipata di alfabetizzazione finanziaria. 

Al termine della fase di rilevazione, prevista entro l'estate, sarà possibile avere una fotografia aggiornata della quantità e della tipologia delle iniziative avviate nel nostro Paese e conoscere le caratteristiche evolutive dell'offerta di educazione finanziaria nonché la tipologia degli enti erogatori dei programm

Stampa/PDF
Educazione finanziaria: parte uno screening