Gioco d'Azzardo, il primo tavolo nazionale

Stampa/PDF
Si sono ottenuti buoni risultati e può per questo definirsi di successo il "Iº Tavolo nazionale sul gioco d'azzardo" organizzato dall'Associazione La Sentinella (Bolzano), con il patrocinio di SIIPaC (Società italiana per l’intervento delle Patologie Compulsive) e tenutosi a Roma presso l’ Hotel Nazionale di Piazza Montecitorio in Roma, alla presenza di tutte le associazioni di categoria del mondo del gioco, dei concessionari e di alcuni rappresentanti istituzionali.

Questi sono i punti salienti emersi dal lavoro del tavolo e su cui si è trovata amplia convergenza:

1Lotta e contrasto del gioco d’azzardo irregolare ed illegale:  si rende  necessario l’impegno di tutti per scongiurare i pericoli emersi e che emergeranno nel prossimo futuro, in particolare deve essere tenuta alta l’attenzione sui “totem” ed altri attività irregolari. 

2.Contingentamento delle slot machinespresenti nei pubblici esercizi: l’impegno per ottenere una normativa che imponga la riduzione del numero degli apparecchi presenti presso i singoli locali pubblici, in quanto esercizi accessibili a tutti, anche ai minori (2 o 3 slot machine al massimo per ogni locale). 

3.Informazione, prevenzione, formazione e cura: queste devono divenire, grazie all’impegno solenne di tutti, le tre parole d’ordine per contrastare il gioco d’azzardo patologico. I corsi di formazione e l’informazione devono divenire una realtà seria per tutti, possibilmente istituzionalizzata da un protocollo sancito dalle istituzioni competenti, ma in ogni caso i privati hanno il dovere di promuovere delle iniziative serie e non soltanto finalizzate all’ottenimento di un “documento” dimostrativo dell’iniziativa fine a se stesso. 
Stampa/PDF
Gioco d'Azzardo, il primo tavolo nazionale