Guido Reni District: le mostre

Stampa/PDF
La storia e il futuro della conquista dello spazio di "Cosmos Discovery"; i 350 corpi interi e organi plastinati di "Real Bodies"; le coinvolgenti esperienze alla scoperta della scienza proposte dalle 50 stazioni interattive della mostra "Scientopolis"; ma anche l'incredibile emozione di "Dinosaur Invasion" e il fascino immutabile di "Brikmania" con 120 opere di mattoncini LEGO.
Sono queste le cinque mostre che compongono il cartellone autunnale del Guido Reni District, la location protagonista dell'ambizioso progetto di marketing degli usi temporanei realizzato da Urban Value, la divisione di Ninetynine (società di marketing, advertising ed eventi) che ha recuperato l'ex caserma che il Gruppo Cassa depositi e prestiti ha scelto di mettere al servizio della comunità locale trasformandola - in attesa della sua valorizzazione finale - in un contenitore di eventi capace di generare valore culturale ed economico per la città.
Il cartellone delle mostre - allestite e prodotte da Venice Exhibition, promoter internazionale di eventi culturali, in collaborazione con Time4Fun, società di organizzazione e promozione di entertainment - è stato presentato nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il giornalista e divulgatore scientifico, Alessandro Cecchi Paone, il CEO di Ninetynine, Simone Mazzarelli, la Presidente del II Municipio di Roma Capitale, Francesca Del Bello, i rappresentanti di CDP Investimenti Sgr e Claudio Panadisi, Co-Founder di Time4Fun.
"Le cinque mostre presentate oggi - ha dichiarato Simone Mazzarelli, CEO di Ninetynine - sono un'ulteriore dimostrazione del successo ottenuto dal Guido Reni District, un progetto che, a circa 7 mesi dal lancio, ha coinvolto nei lavori 1.000 imprese, generato 283 posti di lavoro, promosso la nascita di 11 nuove realtà imprenditoriali, sviluppando un indotto complessivo per la città stimato in circa 37 milioni di euro". 
La riqualificazione dell'ex Caserma Guido Reni, attraverso usi temporanei, rappresenta tuttavia solo un punto di partenza. Con Urban Value puntiamo a stimolare, non solo a Roma ma in tutta Italia, la valorizzazione immobiliare e la rigenerazione urbana attraverso soluzioni capaci non solo di portare valore economico e culturale, ma anche di riattivare il tessuto sociale, combattere il degrado urbano e richiamare acquirenti finali, grazie al marketing degli usi temporanei."
"Mi sembra di essere tornato alla guida della Macchina del Tempo, quando divertendoci imparavamo tutto sul passato e sul futuro, sulla natura e il corpo umano" – ha raccontato Alessandro Cecchi Paone
"I risultati finora raggiunti dal Guido Reni District sono motivo di grande soddisfazione e dimostrano come la riqualificazione attraverso usi temporanei sia uno strumento formidabile per dare nuova linfa alla nostra città, sia in termini economici che sociali" ha dichiarato Francesca Del Bello, Presidente del II Municipio di Roma Capitale. "Quella che ha preso vita negli spazi dell'ex caserma è una best practice che ha effetti non solo sotto il profilo economico, ma anche dal punto di vista del decoro e della rigenerazione urbana. Un esempio che parte dal II Municipio e che mi auguro possa essere preso a modello per tutta la città".
"Abbiamo voluto concentrare al Guido Reni District di Roma le proposte espositive a carattere edutainment più apprezzate dai visitatori di tutto il mondo, spaziando dai segreti del corpo umano alla sfida delle esplorazioni spaziali, fino alle meraviglie della scienza, della paleontologia e delle costruzioni con i mattoncini, per un'immersione completa dei visitatori che soddisfi a 360 gradi l'esigenza di apprendimento mirato attraverso l'intrattenimento" ha dichiarato Claudio Panadisi, Co-Founder di Time4Fun.
Dunque la Capitale ospita una serie di eventi espositivi, alcuni dei quali in anteprima assoluta in Italia dopo aver riscosso grande successo nelle capitali europee dove sono già stati proposti. 
 
A cominciare da "Cosmos Discovery" che - con i suoi 250 cimeli delle missioni spaziali di USA ed ex Urss e un enorme planetario con immagini tridimensionali dell'Universo - ha di recente ottenuto a Lisbona il consenso di 200.000 visitatori e che per questa edizione presenterà - per la prima volta - pezzi inediti del settore aerospaziale. 
Attesa anche per "Dinosaur Invasion" che a Parigi ha registrato 180.000 visitatori riproducendo una giungla giurassica popolata da 40 dinosauri a dimensione naturale e in movimento, grazie alla sofisticata tecnologia animatronica. 
Grande ritorno a Roma, invece, di "Real Bodies, scopri il corpo umano", esposizione dal grande appeal che anche a Milano ha registrato un vero e proprio boom con 280.000 ingressi. 
E infine, le mostre interattive "Scientopolis" e "Brikmania": la prima dedicata alle coinvolgenti esperienze alla scoperta della scienza e dei fenomeni naturalila seconda con 120 opere di mattoncini LEGO che riproducono l'evoluzione dei mezzi di trasporto (tra cui un transatlantico Titanic lungo oltre 10 metri) e con un'enorme area ludica dove i bambini potranno dare sfogo alla loro fantasia. 
Cinque mostre imperdibili dunque che, sempre nella giornata di oggi, hanno fatto da sfondo ad un'importante iniziativa dalla forte valenza sociale: il Guido Reni District ha infatti aperto le sue porte a 20 ragazzi dell'Istituto Penale Minorile "Casal Del Marmo" di Roma che, accompagnati dalla dott. sa Liana Giambartolomei, hanno avuto la possibilità di visitare in anteprima il percorso espositivo.
Inoltre, sempre al Guido Reni District ha già aperto i battenti Brivido Giallorosso, una mostra di arte digitale, realizzata da Brivido Pop, che racconta fino al 9 ottobre momenti e personaggi che hanno segnato la storia del "tifoso romanista", accostandoli e confrontandoli con i capolavori dell'arte italiana, icone fantastiche e stelle del cinema. E nella stessa location è già visitabile anche Decades, mostra curata da Philobiblion Gallery che propone un percorso espositivo di opere murali, tele, originali su plexiglass e tutte le tecniche proprie della Street Art.
Stampa/PDF
Guido Reni District: le mostre