• Magazine
  • Sport
  • Proprietari e presidenti di Serie A: seconda parte

Proprietari e presidenti di Serie A: seconda parte

Stampa/PDF

Con questa nuova puntata, portiamo a conoscenza di sportivi e amanti di statistiche, notizie sui proprietari e presidenti delle società di calcio di Serie A.

Empoli (FC): la società è presieduta da Fabrizio Corsi, che ne è anche il proprietario, dall’estate del 1991, allorquando subentrò a Pietro Allegri. All’esordio la squadra raggiunge un buon 5° posto nel girone A di Serie C1, seguono, durante la sua presidenza, le promozioni in Serie B (1995-96, attraverso i play-off dove nella finale di Modena batté il Como per 1-0) e in Serie A (raggiunta nell’annata 1996-97 grazie al 2° posto), e la conquista dela Coppa Italia di Serie C battendo in finale il Monza (1-0/1-0). Corsi, appassionato di discipline pittoriche e di disegno (ha partecipato a mostre collettive e qualche personale) è nato Pitigliano(GR) nel 1968,. Dagli anni ‘90 dirige l’azienda di famiglia, la “C.G. Studio”, un’azienda di capi di abbigliamento e di accessori in pelle eredita dai genitori Ruffo e Marisa, che collabora con i migliori marchi di alta moda internazionali.
 

Fiorentina (ACF): nell’agosto del 2002, dopo il fallimento sotto la guida di Vittorio Cecchi Gori, venne fondata la Fiorentina 1926 Florentia da Leonardo Domenicisindaco di Firenze. Iscritta alla Serie C2, venne acquistata dai fratelli Diego e Andrea Della Valle e rinominata Florentia Viola. Andrea assunse anche la carica di presidente fino al 2009. La Fiorentina vinse subito il campionato di Serie C2. In seguito all’esclusione del Catania, fu promossa direttamente in Serie B per meriti sportivi. La prima cosa che fecero i Della Valle fu quella di acquistare il marchio e i colori della vecchia A.C. Fiorentina, assumendo il vecchio nome di ACF Fiorentina. La famiglia Della Valle è proprietaria dei marchi di abbigliamento “Hogan” e “Tod’s”, soci della “Bialetti Industrie S.p.A.” e della “Piaggio & C. S.p.A.”. L’attuale presidente della Fiorentina è Mario Cognigni, commercialista dal 1985 ( anno in cui cominciò la collaborazione con il gruppo Della Valle, occupandosi di consulenza fiscale ed amministrativa),nato a Civitanova Marche nel 1958), mentre Andrea, lasciata la presidenza, ha assunto la carica di presidente onorario con compito di gestione della squadra. Già vicepresidente dei viola dal 2006, Cognigni diventa consigliere della Lega di Serie A nel 2014.

Genoa (CFC): da dieci anni il e proprietario e presidente dei grifoni è l’imprenditore Enrico Preziosi che rileva la società dalle mani di Stefano Campoccia nel 2003. Preziosi, che è nato ad Avellino nel 1948, è il capo e fondatore dell’azienda di giocattoli “Giochi Preziosi” dal 1978, dopo un anno di attività di grossista di giocattoli, distribuendo i marchi “Sega” e “Bandai”, ma con scarsi risultati. Con la “Fingiochi S.p.A.”, la holding di famiglia, controlla la Preziosi Group di cui le aziende e i marchi più importanti sono, oltre a “Giochi Preziosi”, Giordani, Migliorati, Giocoplast, Amico GIO', GIG, Toys Center, ecc. Non solo il Genoa è entrato a far parte del suo impegno sportivo, ma in passato è stato anche il proprietario del Saronno F.C., acquistato nel 1993, che lo porterà dalla Serie D alla C1, e del Como Calcio nel 1997, rilevato in Serie C1, conducendoli fino in Serie A. Nel 2003 cede il Como ad Aleardo Dall'Oglio per mettere le mani sul Genoa appena retrocesso in Serie C1. Nel 1990, in società con Berlusconi, comprò, tramite Standa, una fetta dei negozi “Giocheria”. È anche, gestore, attraverso la società “Rep”, del “Teatro Alberti” di Desenzano del Garda.

Inter: proprietario è l’imprenditore indonesiano Erick Thohir, nato a Giacarta nel 1970, dopo aver acquistato il 70% della società dall’imprenditore Massimo Moratti. Magnate dell'editoria e della televisione sin dal 1993.Thohir è proprietario in Indonesia di vari canali televisivi e stazioni radiofoniche, di giornali, riviste e case editrici, che controlla tramite la holding “MAHAKA Media”, da lui fondata nel 1992. Con la holding di famiglia, la “TNT Group”, controlla molte aziende di vari settori: la raffinazione di gas naturale, la ristorazione, l’immobiliare, il carbone. È proprietario del D.C. United, squadra della MLS fondato nel 1995 e gestisce il Persib Bandung, squadra che milita nel massimo campionato indonesiano. Nel 2013 diventa l’azionista di maggioranza e presidente dell’Inter, acquisendo, con la sua società International Sports Capital di Hong Kong, insieme a Rosan Roeslani e Handy Soetedjo, il 70% delle quote societarie da Massimo Moratti. Nel 2015 viene eletto presidente del Comitato Olimpico Indonesiano. Dal 2016 il 68,55% dell’Inter passa nelle mani del gruppo cinese Suning Commerce Group con Thohir che rimarrà proprietario del 31% del club e manterrà la carica di presidente.

Stampa/PDF
Proprietari e presidenti di Serie A: seconda parte